Usa le tue passioni

per vivere la vita che vuoi

e volere la vita che vivi!

Mi chiamo Giovanna Garbuio non mi piace definirmi, ma se proprio lo devo fare direi che sono una libera pensatrice. 


Sono inciampata nel 2008 su Ho'oponopono e l'ho subito identificato come la via per lasciar andare tutte le domande!


Sono stata la prima a scrivere qualcosa di strutturato su Ho'oponopono in Italia. Nel 2008 ho pubblicato il report gratuito (scaricato da migliaia di persone) "Il mondo è uno specchio" e poi nel 2009 (e-book) 2010 (cartaceo) ho pubblicato come co-autore "Ho'oponopono: La pace comincia da te" che è una ricerca approfondita su Ho'oponopono dell'identità de sè [Self Identity Through Ho'oponopono], una specifica corrente dell'Ho'oponopono.


Da questo momento non ho più smesso di scrivere! Alcuni dei miei libri sono tradotti in inglese, francese, spagnolo, portoghese, russo e rumeno.


Sono entrata in contatto con la cultura Hawaiana dunque, quando ancora in italiano non c'era letteratura e quella poca che c'era era per lo più fuori stampa e quindi non più disponibile.


Ho sentito un'attrazione irresistibile verso i concetti di questa spiritualità, che fin da subito mi si è rivelata come la sintesi della saggezza universale, e così la mancanza di testi scritti più che un ostacolo è divenuto uno stimolo ad approfondire la ricerca partendo dalle fonti!


Na Na I Ke Kumu suggeriscono gli Hawaiani: Guarda alla sorgente!


Quindi sono partita da "Ho'opono" di Auntie Pali Jae Lee (testo oggi introvabile se non a prezzi notevoli) e poi Auntie Mary Kawena Pukui con "Look to the source" il primo testo (in due volumi) in cui la spiritualità hawaiana è stata raccolta per iscritto.


Lì ormai avevo superato il punto di non ritorno. La spiritualità Hawaiana è stata il punto di partenza per ricavare i fondamenti della Saggezza Universale che oggi diffondo attraverso Ho'oponopono occidentale.


Ho indagato la saggezza di Auntie Morrnah Nalamaku Simeona attraverso le testimonianze e gli insegnamenti dei suoi discepoli ancora vivi: primo fra tutti kumu Maka'ala Yates e poi Ihaleakala Hew LenAnna Kligert, Denise Linn, Michael Micklei e Yvette Mauri.


Sono passata per i ricchi scritti di Max Freedom Long (con tutti i suoi limiti, che ho riconosciuto e conosco), di L.R. McBride, di Uldra Johnson, della regina Lili'Uokalani, di Renata Provenzano.


Fino a sperimentare gli insegnamenti  di Serge Kahili King, di Susan Pa’Iniu Floyd, di Stewart Blackburn, di Ihaleakala Hew Len,  di Maka'Ala Yates, di Barbara Helynn Robles Heard, di Aunty Mahealani Kuamo'o Henry, di Harry Huane Jim, di Dane Kaohelani Silva, di Po’o Pua’a Kawika Foster, di Mabel Katz, di Michael Mickel, Yvette Mauri, di Denise Linn e di Anna Kligert… E infine ho incontrto la splenida kumu Jeana Iwalani Naluai, che mi ha fornito tantissime conferme. Senza dimenticare il confronto e il percorso sempre in essere con i più occidentali Rodolfo Carone, Francesca Tuzzi, Barbara Hau‘Oli Okalani, Dario Canil, Laura Bontacchio Roberti, Giovanni Nuti, Kevin Martin, Andrea Panatta, Alessandro Baccaglini, Elena Diforti, Federica De Col…


NB

Il mio obiettivo nel condividere quello che ho incontrato, studiato, sperimentato, intuito (preferisco pensare mi sia stato ispirato), compreso, è che chi mi segue non ascolti passivamente ciò che suggerisco, ma si metta in discussione con tenacia e impegno, per trasformare ciò che gli arriva, attraverso la propria esperienza diretta, in un suo vissuto, in una sua personale verità, che anche attraverso me, comunque trasformi il sapere che gli giunge in vera Saggezza, perchè sperimentata e provata. E quindi trasformi anche le mie parole in un reale e sicuro proprio centro di gravità personale, operazione che solo lui può condurre e realizzare.


Ho scritto molto su questo tema e voglio diffondere lo strumento potente per stare bene, che tutto questo contiene. Lo faccio attraverso i miei libri, il mio blog, i video, le conferenze, i convegni, le interviste e i seminari che conduco in tutta Italia e in Svizzera.

Ho imparato come stare bene a prescindere da tutto e da tutti e ho deciso di condividerlo con chi vuole sperimentare il proprio benessere in maniera semplice e fluida. Certo dell'impagno ci vuole, ma imboccata la strada non si vorrà (e non si potrà) più tornare indietro!


Perciò se vuoi stare bene, se vuoi sperimentare nella tua vita serenità e soddisfazione e sei disposto a lavorare su di te e a metterti in discussione con sincerità, con impegno e costanza, ma soprattutto con gioia ed entusiasmo... allora sei arrivato nel posto giusto!

Biografia


Sono nata a Trieste il 13 settembre 1967 (sotto il segno della vergine ascendente cavallo rosso) da genitori veneti, regione alla quale ho fatto ritorno dopo pochi mesi di ossigenazione marina.

Vivo in provincia di Treviso e non ho nessun desiderio di andarmene dalla "mia terra". Sto benissimo dove sto e con chi sto! Sono una persona normalissima, esattamente come te.


Non sono e non sono mai stata e non vorrei essere una santa, perciò i percorsi che prevedono la beatificazione e la privazione delle gioie della vita non mi interessano.


Ho avuto i miei problemi (anche grossi) come tutti, so benissimo che amare il proprio nemico non è una strada percorribile (non immediatamente per lo meno), ma ho capito che ci si può arrivare comunque restando umani con le proprie emozioni a volte (spesso) anche basse.


"E se ti incazzi, incazzati come è giusto che sia con tutta la potenza e con tutta la fantasia"

dice saggiamente Lorenzo Cherubini


Subisco dunque fin da piccola il forte fascino di Topolino, Mafalda, Mordillo e Asterix il Gallico (ho ancora tutti i fumetti che di tanto in tanto rileggo).


Cerco fin dalla tenera età soluzioni per una vita al di là della banalità, (parola e concetto che ho preferito cancellare dal dizionario) organizzando uno sciopero con sit-in all’asilo, repentinamente fatto rientrare nei ranghi dalla mia mamma Generale Katerina!!!


Proseguo gli studi alla scuola elementare statale di Guarda Alta, senza infamia e senza lode, per frequentare poi la scuola media Statale Dante Allighieri, raggiungendo la licenza media nei canonici tre anni.


Ho ottenuto "la maturità" (si fa per dire) al Liceo Classico Manara Valgimigli nell'anno dei mondiali quelli dell'86... e dallo stesso anno ho frequentato l’ambiente poco convenzionale della facoltà di architettura di Venezia (IUAV), dove mi sono laureata nel 1993 senza calcio e senza lode.


Intraprendo quindi la dura strada della professione di Architetto, ma sempre con lo spirito immerso nella realtà colorata dei cartoons!


Nel 1995 mi sono sposata con il coloratissimo Lori. Negli anni sono arrivati su questo mondo tre terribili bambini anch’essi Policolor. Il mio ottimismo pare sia l’ingrediente principale dei miei quadri fatti di pensieri colorati, realizzati sempre un po’ per gioco un po’ per scherzo, con l’intento di portare nella quotidianità un po’ della spensieratezza e dell’irresponsabilità dei cartoons!


I miei scarabocchi non sono altro che un pasticcio tra personaggi naïf e pop art dissacrante immersi in una fantasia sfrenata e scoppiettante, la semplicità e il colore sono gli ingredienti principali.


…Ah dimenticavo: a 54 anni suonati il mio eroe preferito è sempre Paperinik; credo ancora fermamente nell’esistenza di Babbo Natale e quello che è più bello sono ancora sicura della buona fede dell’umanità e che in fondo tutto sia possibile.


Soprattutto resto convintissima che …"ridere fa buon sangue" (come il vino rosso!) e fa venire meno rughe del broncio!



Formazione


Non ho mai seguito un seminario di crescita spirituale prima di essere invitata a parteciparvi come “persona competente”. Non ne ho mai sentito l’esigenza e dall’alto della mia presunzione non ho mai voluto farmi influenzare dalla verità degli altri più di tanto. Stesso atteggiamento che ho sempre fatto mio nella professione di architetto...


Già avanti nel percorso di approfondimento di Ho'oponopono sono stata invitata a partecipare al seminario di Maka'ala Yates, la cui conoscenza ho poi avuto l'opportunità di approfondire, e di Mabel Katz. E più recentemente ho incontrato kumu Jeana Iwalani Naluai dalla quale ho ricevuto moltissime piacevoli conferme.


"La profezia di celestino" è stato il mio libro galeotto e poi una quantità di altri libri. Quelli che hanno segnato il mio cammino di riscoperta sono senz'altro "La legge di Attrazione" di Esther e Jerry Hicks, i libri di Gregg Braden, la Bibbia, i Vangeli canonici, riletti da un punto di vista diverso e ovviamente i Vangeli apocrifi come completamento.

Tuttavia le letture mi sono sempre servite come stimolo e come trampolino di lancio.

Non scrivo mai nulla per sentito dire. Se ciò di cui dovrei scrivere o parlare non l'ho sperimentato e provato in prima persona e quindi verificato al punto di sapere e non più solo credere o avere "fede", non ne parlo e non ne scrivo.


Quando prendo posizione è perchè ho le prove esperienziali che le cose funzionano come dico.


A Ho'oponopono sono approdata, molto occidentalmente, attraverso "The key" di Joe Vitale, ma poi l'ho studiato approfonditamente attraverso le tonnellate di materiale disponibile in internet, di cui purtroppo una minima parte è in italiano.


In sostanza ho incontrato Ho'oponopono (2008) in un momento in cui non c'era letteratura in Italiano e quindi ho avuto l'occasione di crearla io. Mi sono trovata come si dice nel posto giusto al momento giusto e evidentemente con lo stimolo giusto e le caratteristiche giuste... e l'Universo mi ha dato una gran mano riempiendo il mio percorso di incredibili casualità e sincronicità che mi hanno "costretto" a fare ciò che oggi faccio!


Ho cominciato a scrivere di Ho’oponopono con l’intento di realizzare “la parte mancante” di Zero Limits (Joe Vitale), altro libro molto interessante, ma un po' lacunoso a mio avviso, per quanto riguarda le spiegazioni pratiche e anche teoriche e l'approfondimento della filosofia.


In seguito ho conosciuto e sono venuta in contatto diretto o indiretto e con tutti ho avuto modo di confrontarmi, con Kumu Maka’ala Yates, con Kumu Serge Kahili King, con Kumu Susan Pai’iniu Floyd,  con Kumu Barbara Helynn Heard, con Auntie Mahealani Kuamo'o Henry, con Harry Uhane Jim, con Kumu Dane Silva, con Kumu Jeana Iwalani Naluai, con Mabel Katz

Miei compagni di viaggio e di ricerca sono senza dubbio Rudi Carone, Francesca Tuzzi e i Gendai Reiki Italia, Barbara Hau’oli Okalani, Dario Canil (il primo a parlare di sciamanesimo Hawaiano in Italia), Elena Di Forti, Giovanni Nuti, Ivan Nossa, Laura Bontacchio, Federica De Col. Moltissimo ho imparato dal confronto anche con Andrea Panatta, Carlo Dorofatti, Salvatore Brizzi, Alessandro Baccaglini, Linda Molin, Virginio De Maio, Stefania Montagna che stimo e seguo.


Percorso


Da sempre alla ricerca di risposte ho cominciato a scrivere per capire. In realtà ho sempre scritto molto... mi serviva per riflettere e ancora oggi i miei libri e i miei articoli nascono così. Servono principalmente a me per mettere in ordine i pensieri e le emozioni e le esperienze. Ho notato che risultano utili anche agli altri e così ho cominciato a renderli pubblici.


Dal 2009 ad oggi ho scritto circa una ventina di libri sull'Ho'oponopono e sulla spiritualità in generale di cui ho venduto circa 100.000 copie.


Come co-autrice sotto pseudonimo collettivo ho pubblicato in formato cartaceo “Ho’oponopono: La Pace comincia da te” (2010 Uno editori); “Ho’oponopono: Tutte le strade portano all’Amore” (2012 Bis Edizioni);


Firmati con il mio nome Giovanna Garbuio ho pubblicato con Uno Editori “Ho’oponopono e EFT” datato 2012 e rieditato nel 2021 e “Ricomincio da me” datato 2013 rieditato nel 2022; con Il Punto d’Incontro a Settembre 2014 “Ho’oponopono Occidentale”, a Maggio 2016 “Soffrire non è necessario” e "Il viagio di Maui" scritto con Rodolfo Carone e Francesca Tuzzi a Marzo 2017.  Ancora con Rodolfo Carone e Francesca Tuzzi ho pubblicato a Novembre 2017 per L'Età dell'Acquario "Le storie di Maui" e per Il Punto d’Incontro a Gennaio 2018 "Ho'omana". Ancora con il punto di'Incontro "Gli specchi esseni" è uscito a Maggio 2018 e "La perfezione del Tutto" scritto con Riccardo Sardonè a ottobre 2018. Con Il Giardino dei libri ho pubblicato a Dicembre 2018 "Mai Contro". Ancora con il Punto d'Incontro nel 2020 è uscito "Ama il tuo nemico, ma anche no!" e poi "La risposta alla tua domanda". Quindi nel 2021 "Chiedi e ti sarà detto " e nel 2022 con Maria Salerno "Occidentalis Karma".


In autopubblicazione sono disponibili in formato cartaceo “Mamma in divenire”  e  "La morte della Morte" e in collaborazione con i Gendai Reiki Italia (Rodolfo Carone e Francesca Tuzzi) "Il Cerchio della Vita".

Solo in versione e-book sono disponibili "Vita: istruzioni per l'uso" (il primo libro che ho scritto) e "E-book delle risposte" e "Amore e abbondanza" realizzato in collaborazione con Elena Sanjust.


In lavorazione "Agisci come l'Amore che Sei", "Ama il tuo nemico... ma anche no!", "Occidentalis Karma 2.0".

Ho pubblicato inoltre molti infoprodotti (pacchetti digitali, video e audio) sul tema dell’ho’oponopono in particolare e sul tema della crescita spirituale più in generale.


Ho realizzato interviste radiofoniche e televisive sempre con l’intento di diffondere in Italia la filosofia di Ho’oponopono che considero un patrimonio dell’umanità e che penso sia uno strumento grandioso che ci è stato consegnato per realizzare il nostro progetto di vita.


Conduco seminari sul tema dell’Ho'oponopono occidentale in tutta Italia e in Svizzera.


Bibliografia

  • “Gioco di Ruolo”; Giovanna Garbuio; 2009; II edizione 2017
  • “Ho’oponopono; La pace comincia da te” Josaya; Uno Editori; Settembre 2011 (tradotto in francese, spagnolo, portoghese)
  • “Ho’oponopono e EFT” Giovanna Garbuio e Bruno Zanaboni; Uno Editori; I edizione Aprile 2012; II edizione Settembre 2021
  • “Tutte le strade portano all’Amore” Giovanna Garbuio; Bis Edizioni; Giugno 2012 (tradotto in spagnolo)
  • "Ricomincio da me" Giovanna Garbuio; Uno editori; I edizione Settembre 2013; II edizione Gennaio 2018; III edizione Maggio 2022
  • “Ho’oponopono occidentale”; Giovanna Garbuio; Il punto d’Incontro; Settembre 2014 (tradotto in russo)
  • “Mamma in divenire”; Giovanna Garbuio; 2015
  • “Soffrire non è necessario”; Giovanna Garbuio; Il punto d’Incontro; Maggio 2016
  • “La morte della morte”; Giovanna Garbuio; 2017
  • “Il viaggio di Maui” Rodolfo Carone, Giovanna Garbuio, Francesca Tuzzi; Il Punto d’Incontro; Maggio 2017 (tradotto in inglese)
  • “Le storie di Maui” Rodolfo Carone, Giovanna Garbuio, Francesca Tuzzi; L’Età dell’Acquario; Ottobre 2017
  • “Ho’omana” Rodolfo Carone, Giovanna Garbuio, Francesca Tuzzi; Il Punto d’Incontro; Febbraio 2018
  • “Il Cerchio della Vita” a cura di Giovanna Garbuio; Aprile 2018
  • “Gli Specchi Esseni”; Giovanna Garbuio; Il Punto d’Incontro; Maggio 2018
  • “La perfezione del Tutto”; Giovanna Garbuio e Vivek Riccardo Sardonè; Il Punto d’Incontro; Ottobre 2018
  • “Mai contro”; Giovanna Garbuio; Il Giardino dei Libri; Dicembre 2018
  • “Ama il tuo nemico... ma anche no”; Giovanna Garbuio; Il Punto d’Incontro; Agosto 2020
  • “La risposta alla tua domanda”; Giovanna Garbuio; Il Punto d’Incontro; Novembre 2020
  • “Chiedi e ti sarà detto”; Giovanna Garbuio; Il Punto d’Incontro; Maggio 2021
  • “Occidentalis Karma”; Giovanna Garbuio e Maria Salerno; Il Punto d’Incontro; Febbraio 2022

Testimonianze

Volevo farti i miei complimenti perchè sto leggendo, anzi divorando, i tuoi libri e posso dirti che sono fantastici. Mi stanno aiutando tantissimo. Grazie e continua così

Tiziano Amato de Serpis

Dopo aver letto (in questo ordine) "Soffrire non è necessario", "Gli specchi esseni", "La perfezione del tutto" e "Ho'oppongono occidentale" ora sono alle prese con "Ho'oponopono - Tutto ciò che ti serve per essere felice". Grazie per averli scritti! Ci sarebbe tanto da dire, ma il sunto è che il mantra Scusa, Grazie, Ti Amo mi sta aiutando tantissimo a ritrovare la pace e a lasciare andare tutte quelle situazioni e persone che mi causavano sofferenza. Grazie ❤

Panna Fragola

Federica Bettin

Sei proprio brava. Scrivi in maniera semplice, facilmente comprensibile, grazie ai paragoni che ci aiutano a metterci in gioco. Grazie

Federica Bettin

Più ti ascolto e più ti percepisco come un DONO ...negli ultimi anni della mia vita sono diventata sempre più esigente e selettiva nel leggere ,nel guardare la tv ,nell'interagire con gli altri ma con te non ci sono stati filtri. Il modo amabile con cui trasmetti parole angeliche ha creato in me un grande benessere. L'incontro con te è stato una vera e propria folgorazione. Sei uno scrigno prezioso di bellezza. Sei l'amica che tutti vorrebbero. Emani il profumo della gioia, esprimi in modo lieve concetti di una immensa profondità. Il tuo cammino spirituale è in risonanza con il mio cuore  e mi ha aiutato a manifestare la mia gioia”

Agata

Vi siete mai chiesti come mai tutti i grandi maestri, le vere canalizzazioni, le filosofie di vita dicano, nella loro essenza, esattamente le cose che sta dicendo Giovanna? Che siano tutti farlocchi? Oppure l'Universo attraverso queste persone non fa che riconfermarci il reale funzionamento? In questa infiniata varietà il messaggio è uno...

Patrizia Cipriani

Grazie sei sempre tanto cara. E grazie perchè sei sempre così disponibile!

Mara Modugno

Con la sua semplicità Giovanna sa esprimere concetti complicati. E poi l'accento veneto e la sua simpatia sono la ciliegina sulla torta.

Michela Guida

Vorrei farti i miei complimenti per la presenza con le mail, la quantità di materiale reso disponibile nonchè la velocità e accuratezza con cui vengono spediti i pacchi. Tutta questa cura mostra un grande Amore e fede in quello che si fa e sinceramente non riesco a trattenermi nel condividere la gratitudine verso tutto questo.

Franca Giovannetti

Ciao Gio incontrarti mi ha aperto un mondo…. Non dico di non avere qualche difficoltà, nel proseguire questo percorso, ma ormai è diventato la mia preziosissima pratica quotidiana. Ho imparato ad osservarmi, ad osservare ogni mio movimento interiore, e a percepire, sempre più distintamente, l’Osservatore che è in me. Qui c’è solo Pace…. e da qui cerco di muovermi sempre. La difficoltà sta in una vita di identificazione con la mente, i suoi schemi ed i suoi pensieri incessanti, ma ce la sto facendo…. Sto sperimentando momenti di vera Pace, di consapevolezza, dove tutto è chiaro e dove SO risiedere il vero cambiamento, la mia Essenza, il ritorno a ciò che Sono. Grazie…

Piera De Boni

Patrizia Cipriani

Considerazioni

Giovanna Garbuio

"Ho'oponopoono fa parte della Verità! E' uno strumento grandioso che ci è stato consegnato per realizzare il nostro progetto di vita!!
Nella vita faccio l'architetto con soddisfazione. E' un lavoro che mi piace un sacco... ho ancora qualche problemino con i clienti che ogni volta pretendono di dire la loro su come vogliono la loro casa, ma ci sto lavorando. A tempo perso spotaccio tele, e anche qui devo dire che mi sono presa delle belle soddisfazioni. Pare che quello che faccio piaccia!? Che altro dire se non… e così è!?”

“Ho capito qual è la nostra vera essenza, ma continuo a pensare che il senso dell’umorismo e l’ ironia siano le più grandi doti che un uomo possa avere! Io sono Felice! Ho tutto quello che si può desiderare, ma non metto limiti alla divina provvidenza! Tutto si può migliorare. “Grazie è perfetto! Ne voglio ancora!”

“...per oltre 40 anni non sono riuscita a mandare giù la religione cattolica, c'è sempre stato qualcosa che non mi tornava! Finchè ho seguito i consigli del Buddha: "Non credere a nulla, non importa dove l'hai letta o chi l'ha detto, neppure se l'ho detto io, a meno che non sia affine alla tua ragione e al tuo buon senso". E ho cominciato a studiarmi un po' di cose.... volevo capire.... e adesso ho capito.... sto solo continuando ad approfondire!"

"Sono convinta che la strada si tracci camminando. Perciò con ho-oponopono mi sono trovata ad andare fuori dal contesto storico ed etnico-culturale dell'originale semplicemente perchè ogni sperimentazione diretta è mediata dal proprio sentire, ovviamente influenzato dal proprio modo di essere. La storia della spiritualità è piena di questo tipo di percorsi risultati estremamente efficaci: da Carlos Castaneda, a Alejandro Jodorowsky per citarne solo alcuni. Trovo poco condivisibile che persone della nostra cultura e tradizione indossino i panni della spiritualità Zen senza averne mai assorbito le caratteristiche culturali a monte, solo per rendere più credibile la propria ricerca interiore e spirituale. Penso che lo sviluppo di un linguaggio attuale e occidentale che non inciampi nelle trappole delle autosuggestioni orientali possa essere molto efficace e risultare di buon supporto anche per chi è poco propenso a "credere", a sperare o a sposare ideologie altrui e preferisce invece “sapere” sperimentando."


Concludo con questa bella lettera che mi ha scritto un’amica di penna (o di web) che mi ha capita in profondità. Credo sia interessante  per chi mi segue o sta provando a iniziare a seguirmi, per comprendere come il i mio approccio a volte (spesso) troppo diretto o aggressivo o antipatico (usate pure l’aggettivo che vi risuona meglio), abbia comunque una sua efficacia (non per tutti ovvio) e comunque in definitiva mi rispecchi! 

se mi dai un'opportunità

Ciao Giovanna,

Ho appena finito di leggere il tuo (per me primo) libro ‘Ho-oponopono Occidentale‘, e mi accingo a rileggerlo. Devo dirti che prima ero un po’ refrattaria a leggerti, nonostante mi passassero ciclicamente tra le mani i tuoi (o meglio di Josaya) libri nelle mie quasi quotidiane escursioni in libreria. …Non so bene il motivo di una certa refrattarietà a quel ‘Trio’, … o forse non era ancora il momento di – conoscerti.

Lo stimolo a leggere un intero capitolo prima di fare l’acquisto mi è venuto dal mio amatissimo Dario Canil, mi sono detta “se lui ne parla così bene bisogna proprio che la esplori” questa Garbuio.

Per dirla tutta ho dovuto superare i due terzi della lettura del libro per vincere totalmente un certo disagio anche verso il tuo modo di… porti. Trovavo fastidioso il tuo essere un po’ …impositiva nel modo di esprimenti, troppo …diretta, forse. Poi ho capito. Mi rivedevo in te, o vedevo in te quello che di me dicono a volte gli altri, e sono caduti i veli.   Dunque ti ringrazio infinitamente perchè ho capito finalmente di Ho’oponopono (ci sono entrata dentro) alcuni concetti che mi risultavano un po’ ostici.

Anch’io sono partita, come quasi tutti in Italia, da Joe Vitale e Hew Len, poi ho eliminato Vitale e ho seguito per quanto possibile solo Hew Len. Poi alcuni altri autori italiani e non. Sono stata da poco a una conferenza a Roma di Mabel Katz, e non mi è dispiaciuta, anche per la sua grazia personale, …epperò, diciamo “l’illuminazione” finale su questa disciplina dello Spirito mi è arrivata dalle tue pagine.

Mi riferisco in particolare al chiarimento del concetto sull ‘Assenza di Aspettative’  che, diciamo la verità è uno dei più tosti da digerire. Non è facile per niente rinunciare a proiettarci il film della realizzazione dei propri desideri, cedere le armi insomma, e poi, magari, forse… chissà, l’Universo si degnerà di fornircela. Dalle tue righe del decimo capitolo, pg. 212 si evince che non è “vietato” visualizzare il risultato oggettivo, nella misura in cui lo usiamo come aspetto evocativo della sensazione che questa visualizzazione può produrre. Fermo restando che poi si debba lasciare andare il fatto specifico, ma fidarci del risultato finale. In questo modo dettagliato risulta confortante, e non lo aveva mai spiegato bene nessuno, neppure Vadim Zeland (che pure apprezzo e mi ha avviato alle prime considerazioni quantistiche sulla gestione della realtà, fondamentali per una ex razionale come me).

Inoltre mi hai aiutato a rinsaldare il principio di Non-Interferenza sugli altri, fossero pure stretti parenti, fossero pure in situazioni di grave malattia. Non è facile per niente, quasi eroico almeno inizialmente, ma tant’è che bisogna farlo, per non creare una condizione di blocco energetico ottenendo l’effetto opposto.

Grazie per tutto questo Giovanna. Concludo dicendo che io pure trovavo eccessivo lo Scusa e il Perdonami, una ripetizione insomma, però sento più nelle mie corde la parola Perdonami che lo Scusa, ma questo è solo un mio problema di semantica, un uso personale dei termini di espressione.

Se sei riuscita a leggermi sino in fondo senza stancarti ti ringrazio infinitamente del tempo che mi hai dedicato, della pazienza, anche perchè io non sono iscritta (per mia scelta personale) ai vari Network, quindi non posso interagire diversamente.

 …In ogni caso, anche se non mi avessi letta, sono sicura che il flusso ti farà arrivare in qualche forma il mio Grazie per la tua speciale opera per l’Evoluzione dell’Universo.

Franca


Interviste a Giovanna Garbuio

Tutti gli insegnamenti Ho'oponopono

I testi e i corsi più importanti in Italia sulla spiritualità Hawaiana

Viaggi nei mondi interiori

Un percorso guidato attraverso cui lavorare nel nostro mondo interiore per trasformare la realtà esterna in cui viviamo

×

WhatsAPP Chat Giovanna Garbuio

× Hai bisogno di aiuto?