Controllare i propri pensieri secondo James Allen

Controllare i propri pensieri secondo James Allen è la via risolutiva per la pace nel mondo.

James Allen
“Come pensa così è; come continua a pensare, così rimane” James Allen

Chi è James Allen

James Allen è uno scrittore misterioso. Nonostante i suoi libri siano stati di ispirazione e siano stati letti da milioni di persone, ancora oggi questo autore rimane poco conosciuto e di lui sono noti a malapena pochi dettagli della vita, ricavati dai suoi scritti.

Chi era quest’uomo che ha creduto così fortemente nel potere del pensiero di portare fama, ricchezza e fortuna? La verità è che Allen fu un geniale scrittore, un genio che non ricevette in vita la ricompensa di fama e fortuna che meritava. Allen scrisse diciannove libri, un tesoro di pensieri e riflessioni che hanno ispirato e arricchito l’umanità dei suoi tempi e le generazioni successive.

Controllare i propri pensieri

Controllare i propri pensieri

“Un uomo è letteralmente ciò che pensa, essendo la sua personalità la somma dei suoi pensieri”.

James Allen

Queste le parole con cui il pensatore e poeta inglese James Allen, capostipite della corrente del Nuovo Pensiero, rivela il modo in cui i nostri pensieri determinano il nostro destino e mostra come la mente, se ben indirizzata, possa influenzare positivamente sia l’ambiente in cui viviamo sia il comportamento delle persone che ci circondano.

Secondo l’autore, una vita ricca di Amore e di successo non è il risultato di una cieca necessità o di un insieme di casualità, ma il frutto di uno sforzo costante capace, attraverso un corretto controllo dei pensieri, di metterci in sintonia con le potenze dell’universo, avvicinandoci alla perfezione divina.

Il superamento dell’Ego

di James Allen, 1910

Molte persone sono molto confuse e nutrono idee sbagliate riguardo il concetto del “superamento del Ego”, che associano all’ idea dell’eliminazione del desiderio, e dell’annientamento della personalità. Alcuni (soprattutto gli intellettuali che sono inclini filosofeggiare su tutto) la considerano una teoria metafisica del tutto distaccata dalla vita reale e dal comportamento quotidiano. Mentre altri concludono che è lo sbriciolamento di ogni tipo di vita, di energia o di azione, e lo vedono come il tentativo di idealizzare la staticità della morte.

I ragionamenti contorti degli individui

Controllare i propri pensieri

Questi errori derivanti dai ragionamenti “contorti” degli individui, possono essere rimossi solo dagli stessi individui. Ma forse il loro superamento si può facilitare (per coloro che cercano la Verità) presentando la questione in un altro modo .

La dottrina del superamento del Ego o annientamento del Ego è la semplicità stessa.

Si tratta proprio di vedere le cose in modo semplice, pratico e a portata di mano e controllare i propri pensieri. Tanto che probabilmente un bambino di cinque anni, la cui mente non è ancora intasata da teorie, pensieri teologici, filosofia speculativa, molto probabilmente la comprenderebbe molto più velocemente di un adulto, che ha perso la presa immediata sulla Verità semplice e bella con l’assuefazione a teorie complicate.

La via della gioia

L’annientamento del Ego consiste nell’ estirpare e distruggere tutti quegli elementi dell’anima che portano alla divisione, alla lotta, alla sofferenza, alla malattia e al dolore.

Ciò non significa la distruzione di ogni bene e di ogni cosa bella o della pace e della serenità. Per esempio, quando un uomo è propenso all’irritabilità e alla rabbia, deve compiere un grande sforzo per superare questa tendenza egoistica, che allontana da lui le sensazioni e le azioni di pazienza e di amore. Con quello sforzo, in quel momento di auto-conquista egli pratica il superamento dell’Ego.

Controllare i propri pensieri e le proprie emozioni

Controllare i propri pensieri
Immagine tratta da:

Ogni uomo nobile che con la pratica riesce a gestire le proprie emozioni negative e riesce ad eliminare ogni tendenza egoistica, solo fino a far emergere tutte le divine qualità che dimorano in lui, ha annientato la personalità (tutti gli elementi personali) ed è giunto alla Verità.

Caratteristiche disfunzionali e caratteristiche efficaci

l’Ego che deve essere annientato è composto dai seguenti dieci elementi senza valore che provocano solo dolore:

  1. Lussuria
  2. Odio
  3. Avarizia
  4. Auto-indulgenza
  5. Ricerca di sé
  6. Vanità
  7. Superbia
  8. Dubbio
  9. Oscurità
  10. Delusione

E l’abbandono totale, l’annientamento completo di questi dieci elementi, che costituiscono il corpo del desiderio è il Superamento dell’Ego.

La medesima strada si percorre coltivando, praticando e conservando le seguenti dieci qualità divine.

  1. Purezza
  2. Pazienza
  3. Umiltà
  4. Sacrificio di sé
  5. Indipendenza
  6. Coraggio
  7. Conoscenza
  8. Sapienza
  9. Compassione
  10. Amore

Questi elementi comprendono il Corpo di Verità. Chi riesce a vivere completamente in loro non può che essere un conoscitore della Verità, l’incarnazione della Verità.

Controllare i pensieri fino a raggiungere l’impersonale

Ho'oponopono e legge di attrazione

La combinazione dei dieci elementi precedenti viene spesso chiamata “Ego” o “personalità”, la combinazione delle dieci qualità produce ciò che si chiama Verità, l’Impersonale: l’elemento costante, reale e immortale dell’uomo.

Quindi ciò che viene predicato con il superamento dell’Ego non è la distruzione di ogni parte dell’essenza umana, ma solo l’eliminazione di quelle cose che sono ignobili, false e evanescenti. Quindi il superamento dell’Ego non è assolutamente la privazione della gioia, della felicità e della pace, ma è piuttosto il possesso costante di queste cose, vivendo nella gioia e nella continua creazione di aspetti qualitativi divini.

Il superamento dell’Ego

E’ l’abbandono del bisogno di godimento, ma non l’abbandono del godimento di per sé, la distruzione della sete di piacere, ma non del piacere stesso; l’annientamento del desiderio egoistico di amore, e di potere, ma non l’amore e il potere.

Il superamente dell’Ego è la conservazione di tutte quelle cose che attraggono e legano gli uomini insieme in unità e concordia, ed è ben lungi dall’idealizzare la staticità della morte.

Esorta gli uomini alla pratica di quelle qualità che portano alle più alte nobiltà e all’azione più efficace e duratura. Le azioni che derivano da alcuni o da tutti e dieci gli elementi negativi devono essere negate a costo di sostenere degli sforzi per non essere conservate dalla propria anima, devono essere lasciate andare, superate.

Controllare i pensieri verso l’azione divina

Allo stesso modo le azioni che derivano dalle dieci qualità divine vanno perseguite e conservate all’interno della nostra anima. Chi vive per lo più nei dieci elementi terreni, chi è cieco e sordo alla verità spirituale, non troverà attrazione nella dottrina esposta, a lui apparirà come la strada verso l’estinzione completa del suo essere, ma chi si sforza di vivere nelle dieci qualità celesti, vedrà la gloria e la bellezza di questa corrente di pensiero e la riconoscerà come il fondamento della vita eterna. Si vedrà anche che quando gli uomini si fermeranno e capiranno la necessità di metterla in pratica, l’industria, il commercio, il governo, e ogni attività mondana saranno purificate, e l’azione, lo scopo e l’intelligenza, invece di essere distrutti, saranno intensificati e ampliati, e contemporaneamente liberati dal conflitto e dal dolore .

James Allen, 1910

traduzione a cura di Giovanna Garbuio

Come cambiare le cose

La vera felicità di James Allen 1910

James Allen
  • Mantenere uno stato d’animo dolcemente immutabile
  • Riuscire  a pensare solo pensieri puri e gentili
  • Essere felice in tutte le circostanze;

Queste condizioni benedette e una tale bellezza di carattere e di vita dovrebbero essere l’obiettivo di tutti. E in modo particolare di coloro che desiderino ridurre la miseria del mondo.

Chi non riesce a elevarsi al di sopra del dolore, dell’impurità, e dell’infelicità, non immagina nemmeno che ha in sé il potere di rendere il mondo più felice con l’assimilazione di queste teorie.

Colui che vive quotidianamente in condizioni difficili, di infelicità e delusione sta di giorno in giorno aggiungendo alla somma delle miserie del mondo le proprie.

Chi invece vive continuamente con buona volontà, ed è sereno, aumenta di giorno in giorno sempre più la quantità di felicità di tutto il mondo, e questo indipendentemente da ogni credo religioso che queste persone seguano o meno.

Controllare i propri pensieri

La pace comincia da me

Chi non ha imparato a essere gentile, chi non sa dare, amare ed essere  felice, ha imparato ben poco, anche se possiede una profonda cultura e per quanto abbia un’accurata conoscenza delle Sacre Scritture.

Le lezioni di vita più profonde, reali e durature, vengono apprese proprio durante il processo di raggiungimento di questo stato di serenità, dolce e pura. Un incorruttibile dolcezza di comportamento di fronte a tutti e a tutte le situazioni anche difficili, è il segnale infallibile di un’anima consapevole. E’ la testimonianza della saggezza acquisita, ed è la prova del possesso della Verità.

Un’ anima dolce e felice è il frutto maturo di esperienza e saggezza, e diffonde all’esterno l’aroma invisibile, ma potente della sua influenza. Allietando il cuore degli altri, e purificando il mondo. E tutti coloro che non hanno ancora intrapreso questo cammino possono farlo oggi. E se decideranno di vivere dolcemente e felicemente, diverranno davvero veri Uomini (o donne).

Le circostanze non sono mai contrarie ad un Uomo capace di controllare i propri pensieri

Non dite che l’ambiente circostante vi è contrario. Le circostanze non sono mai contrarie ad un Uomo. La situazione è così com’è esclusivamente per aiutare l’essere umano. Tutti gli avvenimenti esteriori sono le condizioni assolutamente necessarie per il vostro sviluppo, ed è solo accettandole ed affrontandole che si può imparare, crescere e maturare. La “colpa” è solo in noi stessi.

Controllare i propri pensieri

La felicità è la condizione giusta e corretta dell’anima, e tutti possono raggiungerla se vivranno disinteressatamente.    

“Abbi buona volontà nei confronti di tutto ciò che la vita ti porta, abbandonando la scortesia, l’avidità e l’ira in modo che la tua vita sia fluida come l’aria.”

Questo è troppo difficile? Allora l’inquietudine e l’infelicità continueranno ad abitare con te.

Se hai fiducia e aspiri a risolvere tutte le complicazioni che ti impediscono un cammino fluido, sarà inevitabile che tu faccia tutto ciò che è necessario perché ciò sia presto una cosa compiuta, uno stato benedetto realizzato.

Lamentarsi non è una strategia

Sconforto, irritabilità, ansia e lamentele, condanne e brontolamenti sono tutti pensieri dannosi, vere malattie della mente. Sono le indicazioni di una condizione mentale sbagliata. E quelli che ne soffrono farebbero bene a rimediare il loro pensiero e quindi la loro  condotta.

E’ vero ci sono tanto dolore e tanta miseria nel mondo. Ed è per questo  che tutto il nostro Amore e la nostra  compassione sono necessari. Ma la nostra miseria, non solo non è utile, ma è davvero dannosa in una situazione già sovraccarica.

Sono la nostra allegria, la nostra felicità che sono necessarie perché c’è ne sono sempre troppo pochi di questi sentimenti.

La via della gioia

Non siamo in grado di dare niente di meglio al mondo se non la nostra bellezza di carattere e di vita. Senza questi, tutte le altre cose sono vane. Questi sentimenti non solo sono un dono eccellente a tutta l’umanità, ma sono anche duraturi, reali, e impossibili da rovesciare, da modificare nel loro contrario. E hanno in se stessi ogni gioia e beatitudine .

Controllare i propri pensieri

Smetterla di non controllare i propri pensieri

Smetti di soffermarti pessimisticamente sui torti e sulle ingiustizie. Smettila di denunciare continuamente ciò che non va e di ribellarti contro il male che gli altri commettono.

Comincia a vivere libero da ogni male e il male rimarrà isolato e si dissolverà. La pace della mente è la religione pura. E’ la vera riforma del mondo. Se vuoi che il mondo sia definitivamente liberato dalla miseria e dal peccato, comincia a liberare  te stesso. Se la vostra casa e il vostro ambiente saranno felici, tutto sarà felice.

Puoi trasformare tutto intorno a te se tu ti trasformi.    

Non piangere e lamentarti… Non perdere la tua identità, non abbaiare contro il male, ma canta invece le bellezze del bene

E così naturalmente e spontaneamente senza rendertene conto sarai circondato solo dal bene esattamente come il bene pervade te stesso.

1910 James Allen

Traduzione  a cura Giovanna Garbuio

Salva

Post Correlati

Leave a comment