I veri artisti non fanno la fame di Jeff Goins

I veri artisti non fanno la fame di Jeff Goins da ora anche in Italiano.

I veri artisti non fannola fame

I veri artisti non fanno la fame

Già il titolo di questo libro, chiaramente provocatorio, è un’importante stimolo di riflessione.

Il contenuto continua su lo stesso livello.

«Il Mito dell’artista squattrinato già da tempo non è più il benvenuto, e ciò che ora ci serve è ritornare a un modello che non richieda ai creativi di soffrire per la propria arte. Ci serve un Nuovo Rinascimento»

Credenze limitanti

Ancora oggi nel 2019 serpeggia nell’opinione comune dell’uomo della strada, che chi sviluppa i suoi talenti, soprtattutto nel campo artistico e spirituale, non ci può ricavare sostentamento. Se lo fa significa che non è un vero artista (ascoltiamo a tale proposito certi testi di molti repper), o un sincero spirituale.

Jeff Goins atttraverso queste pagine annulla la convinzione che essere creativi sia controproducente per il raggiungimento del successo. La sua argomentazione ci fa comprendere che la verità (e l’efficacia) vede in un temperamento artistico, una marcia in più per emergere sul meracto in qualunque ambito.

Sappiamo bene che quando ci fissiamo su pensieri che ostacolano il naturale flusso dell’abbondanza, noi ci stiamo allontanando dalla prosperità materiale.

Del resto ogni volta che ci sentiamo poveri, sfortunati, oppressi, stiamo gettando solide fondamenta per giustificare l’arrivo di povertà, sfortuna e oppressione nella nostra vita. Finché continueremo con angoscia ad arrabattarci nel tentativo frustrante di gestire un difficile equilibrio tra entrate ed uscite continueremo inesorabilmente a lottare per la sopravvivenza. Se pensiamo che un talento nrll’arte, nella creatività, nell’immaginazione siano ostacoli al successo… lo saranno!

Miti da sfatare

Però a ben vedere anche storicamente moltissimi degli artisti di vero successo del mondo, non erano per niente indigenti e squattrinati. Così come per inciso non lo era Gesù di Nazzareth, giusto per rimanere nelle convinzioni depotenzianti.

In questo libro Jeff Goins oltre all’opportunità di lasciare andare una convinzione limitante granitica e saldamente radicata nella cultura e nella storia, ma comunque priva di fondamento, ci sono anche tutta una serie di consigli e di strategie utili al raggiungimento dell’obiettivo per la via della Gioia:

Alcune delle indicazioni pratiche contenute

  • Niente colpi di testa (poco efficaci di solito)
  • Chiarezza del “cosa” e completa elasticità sul “come” – Testardo sulla visione, flessibile sui dettagli
  • Cogliere le opportunità della collaborazione (in ogni ambito)
  • Non dobbiamo avere paura di infrangere le regole quando le regole non ci corrispondono. L’efficacia è la misura della verità.
  • Dare ascolto e credito all’ispirazione. L’ispirazione ti crea l’atmosfera indispensabile.
  • Fare tesoro delle critiche costruttive, o comunque svilupare la capacità a renderle tutte costruttive
  • La pubblicità non è il diavolo! “Trovare un’espressione adeguata a trasmettere la propria arte a quante più anime possibili” suggerisce George Sand (dalle pagine di questo libro)
  • Ecc. ecc. ecc…

Questo libro ribalterà la nostra visione del ruolo del’artista (e dello spirituale a chi lo vuole leggere in questa chiave) nella società.

Puoi acquistarlo QUI

I veri artisti non fanno la fame

Vedi altri consigli di lettura QUI

Leave a comment