La Fine è Il Mio Inizio: il film

La Fine è Il Mio Inizio: Tiziano Terzani racconta

Film per crescere

La Fine è Il Mio Inizio

Tiziano Terzani racconta

La fine è il mio inizio
La Fine è Il Mio Inizio

Dal libro è stato tratto il film del 2010, diretto da Jo Baier e sceneggiato dal figlio di Tiziano, Folco Terzani e da Ulrich Limmer, con Bruno Ganz nel ruolo di Tiziano Terzani. Del cast fanno anche parte Elio Germano (Folco Terzani), Erika Pluhar (Angela Terzani), Andrea Osvárt (Saskia Terzani), Nicolò Fitz-William Lay (Novi). Il film è stato distribuito in Italia dal 1º aprile 2011 con lo stesso titolo del libro “La Fine è Il Mio Inizio”.

La trama

Al termine della sua vita densa di avvenimenti, il grande viaggiatore, appassionato giornalista e autore di libri di successo, Tiziano Terzani, si ritira a vivere con sua moglie nell’appartata casa di famiglia in Toscana.

Tiziano Terzani, sapendo di essere arrivato alla fine del suo percorso, vede chiaro in se stesso, è preparato a chiudere il cerchio della sua vita. E così parla al figlio Folco di cos’è stata la sua vita e di cos’è la vita:

«… e se io e te ci sedessimo ogni giorno per un’ora e tu mi chiedessi le cose che hai sempre voluto chiedermi e io parlassi a ruota libera di tutto quello che mi sta a cuore dalla storia della mia famiglia a quella del grande viaggio della vita?»

Tiziano Terzani

Così, all’Orsigna, sotto un albero a due passi dalla gompa, la sua casetta in stile tibetano, in uno stato d’animo meraviglioso di pacata e consapevole serenità, lontano dai conflitti e dalle disarmonie del frenetico vivere quotidiano comune, Tiziano Terzani racconta, in una sorta di testamento spirituale, di tutta una vita trascorsa a viaggiare per il mondo esteriore e per il proprio mondo interiore, alla ricerca della verità.

i tre decenni trascorsi come corrispondente dall’Asia per il Corriere della Sera e la Repubblica, e infine lo sconvolgente viaggio dentro sé stesso, quando a causa del cancro si congeda dal giornalismo e si apre a esperienze spirituali in Asia. Tre anni presso un grande saggio nell’isolamento dell’Himalaya diventano per lui l’esperienza decisiva. Gli rendono possibile guardare alla morte pacatamente. Ora Tiziano vorrebbe trasmettere queste esperienze al figlio Folco.

Una rivisitazione della sua vita passata in giro per il mondo, ma anche una sorta di testamento spirituale.

Una sintesi di alcune parti dei libri precedenti e una sua storia personale. Una profonda riflessione che partendo dall’espediente delle sue esperienze spirituali affrona anche il tema di come si sta preparando ad affrontare la morte. E cercando il senso delle tante cose che ha fatto e delle tante persone che è stato, delinea un affresco delle grandi passioni del proprio tempo.

Attraverso i dialoghi tra i due nascono momenti di grande intimità e si possono sciogliere vecchie tensioni padre-figlio.

L’importanza della fantasia

Ai giovani in particolare ricorda l’importanza della fantasia, della curiosità per il diverso e il coraggio di una vita libera, vera, in cui riconoscersi.

La sua proverbiale risata e la tonalità inimitabile della sua voce, che qui si è cercato di restituire intatte, lasciano trasparire la serenità di chi non lotta più, felice di un’esistenza fortunata, ricca di avventura e Amore.

Se mi chiedi alla fine cosa lascio, lascio un libro (che Folco pubblicherà dopo la morte del padre Tiziano) che forse potrà aiutare qualcuno a vedere il mondo in modo migliore, a godere di più della propria vita, a vederla in un contesto più grande, come quello che io sento così forte.

Tiziano Terzani

Buona visione

Aspetto i tuoi preziosi commenti sotto il post

per una condivisione proficua ed efficace

Puoi trovare altri film motivazionali QUI

Post Correlati

% Commenti (1)

La fine è l’inizio….la Natura lo insegna e noi individui quanto guardiamo ad essa?
Grazie per questa graditissima visione.
Una preghiera all’Universo, che ognuno di noi possa aprire gli occhi e il cuore alla grande bellezza che la nostra Madre Terra in ogni istante ci invita a guardare e a sentire.

Lascia un commento