Giovanna Garbuio

Desiderio senza bisogno che è il desiderio puro, non contaminato, è un vero e proprio propulsore!

Desiderio senza bisogno

Nasce dal distacco

Distacco non significa che tu non devi possedere nulla, significa che nulla dovrebbe possedere te!

Talib
desiderio senza bisogno
Desiderio senza bisogno

[inserito]

Cos’è che voglio davvero?


Se provassimo veramente, indagando profondamente in noi stessi, a chiarire cos’è che vogliamo davvero nella vita capiremmo che la risposta a questa domanda è più o meno per tutti la stessa! Ognuno di noi nella propria vita vorrebbe ESSERE FELICE! E questo è ciò che vogliamo ad ogni livello del nostro essere da Uhane (mente egoica) a Unihipili (subconscio) fino ad Aumakua (la Reale Identità).

Se dalla domanda più semplice dunque si continuasse ad indagare fino in fondo si arriverebbe sempre a questa conclusione! Io vogli Essere Felice!

Per esempio:

  • Nella mia vita voglio essere ricco!
  • Ma perché voglio essere ricco?
  • Perchè essendo ricco potrei permettermi molte soddisfazioni!
  • Ma perché voglio permettermi delle soddisfazioni?
  • Perchè così sarei una persona realizzata, compresa, accettata?
  • Ecc. fino ad ottenere che così SAREI FELICE!


Tutti nella nostra vita puntiamo ad ottenere la felicità e la serenità!

Desiderio senza bisogno verso la felicità

Quindi quello che è importante comprendere è come ognuno di noi cerca di raggiungere la felicità!

  • Speriamo di raggiungerla modificando la nostra situazione esterna, quindi modificando la nostra situazione economica, sociale, di relazione?
  • Oppure il fatto di modificare queste contingenze esterne è un mezzo per portarci a cambiare il nostro modo di essere interno per poter raggiungere uno stato di serenità duraturo e solido nel nostro intimo a prescindere da ciò che accade intorno a noi nel nostro mondo?

Ad un attento esame la risposta è sempre vicina alla seconda ipotesi! E porta al desiderio senza bisogno. Al desiderio della nostra Essenza. Quel desiderio puro che perseguiamo senza sforzo, con l’obiettivo di dirigerci verso la sua realizzazione, ma senza l’ansia di realizzarlo. Se otterò lo scopo bene, se non lo otterrò bene lo stesso perchè ciò che mi dà veramente gioia è il viaggio verso di esso.

Diverso invece è il desiderio della nostra personalità (Uhane) che ci mette nella condizione di bisogno di necessità di realizzarlo. Se fallisco non potrò mai essere felice.

Questo desiderio ci mette in una condizione di sforzo continuo, con la concentrazione puntata unicamente sulla realizzazione dello scopo, non importa per quale strada e la strada non è mai degnata della nostra attenzione. L’unica cosa importante è la meta, che nel caso non venga raggiunta realizzerà nella nostra vita la tragedia!

Nel caso invece venga ragggiunta sarà una realizzazione illusoria che determinerà (forse) la gioia di un attimo in quanto l’attimo dopo sarà necessario dirigerci verso un successivo obiettivo e riprecipitare nell’ansia della tensione.

Infatti questo genere di ricerca, se non ha come vero scopo il raggiungimento del secondo stato, è fonte continua di angoscia e di frustrazione. Questo tipo di ricerca rischia di metterci in uno stato di ansia e impazienza per la mancanza di ciò a cui agognamo come unica soluzione a tutti i nostri problemi.

E ormai sappiamo bene che un atteggiamento di ansia e bisogno ….ci procurerà situazioni nuove di ansia e bisogno!

Desiderio senza bisogno
Desiderio senza bisogno

Se io non otterrò quanto di materiale desidero non potrò essere felice perciò … Finchè non ottengo lo scopo non posso essere felice e quindi emano continuamente energia di mancanza di inadeguatezza, che mi procureranno situazioni di mancanza e di inadeguatezza. E’ un cane che si morsica la coda!


Il segreto c’è …ed è quello ad imparare a non dipendere dai propri desideri per essere felici. Se vuoi essere felice: sii felice!

Bisogna imparare a vivere distaccati dal bisogno di raggiungere quanto ci prefissiamo in ciò che si sperimenta. E per farloè indispensabile imparare a conoscersi e quindi imparare a istinguere tra desideri della personalità e desideri dell’Essenza, tra desideri determinati dal bisogno e desideri determinati dalla capacità di essere chi Siamo.

Chi pensa solo al presente non è mai infelice

“Ma voglio dividere con te il mio piccolo guadagno di oggi: ho letto nel nostro Ecatone che la mancanza di forti desideri giova anche come rimedio alla paura. Dice infatti: «Non avrai più paura se smetterai di sperare».

«Ma», potresti obiettare, «come possono stare insieme stati d’animo tanto diversi?».

È così, Lucilio mio: sembrano in contraddizione e invece si conciliano.

Come una medesima catena unisce in un’unica coppia il detenuto e la guardia, così questi due stati d’animo, per quanto diversissimi fra loro, procedono di pari passo: la mancanza di qualsiasi aspettativa elimina automaticamente ogni paura.

Non c’è da meravigliarsene: speranza e paura sono entrambe prerogative di un animo inquieto e preoccupato del futuro, dovute originariamente al fatto che, non paghi del presente, proiettiamo i nostri pensieri in tempi lontani.

Per questo la tendenza a fare previsioni, che pure è una delle migliori doti dell’uomo, si risolve in un danno per lui. Le bestie non hanno questa preoccupazione: quando vedono o intuiscono un pericolo lo evitano, dopodiché tornano a sentirsi tranquille e sicure.

Noi, invece, siamo sempre lì a tormentarci, non solo per il futuro, ma anche per il passato.

Spesso le nostre buone prerogative ci danneggiano: la memoria, per esempio, risveglia in noi l’angoscia della paura, la tendenza a prevedere il futuro l’anticipa. Chi pensa solo al presente non è infelice. Stammi bene.”

Lucius Annaeus Seneca; Corduba, 4 a.C. – Roma, 65

Migliorarsi dal presente con desiderio senza bisogno

Bisogna imparare a impegnarsi per migliorare il proprio avvenire, ma restando focalizzato sulla nostra situazione presente, vivendo intensamente nel presente e agendo nel presente e provando un forte senso di gioia e gratitudine per tutto quello che abbiamo nel presente!

Cioè dirigiamoci verso ciò che desideriamo restando però allo stesso tempo consapevoli di chi siamo adesso e quindi distaccati dal risultato finale.

Dobbiamo assolutamente imparare ad essere sereni, positivi, felici, indipendentemente dalla realizzazione dei nostri obiettivi, solo così attireremo nella nostra vita serenità, positività, felicità e tutto ciò che è necessario (il risultato dei nostri propositi) perché questi stati d’animo restino duraturi.

Voglio essere ricco! Impara ad avere un atteggiamento sereno, se poi la ricchezza ti serve per essere sereno, lascia fare all’universo!!!

Quindi distaccati dal risultato del tuo desiderio, o meglio desidera senza aver bisogno di ottenere …tu sei sereno lo stesso!

Desiserio senza bisogno nella presenza

Chi è distaccato rispetto il realizzarsi dei propri intenti, è comunque sereno, soddisfatto e rilassato, non è invaso dall’ansia e dall’aspettativa impaziente che si realizzi ciò che desidera ed è proprio questo atteggiamento mentale di “non bisogno” che paradossalmente porta nel modo più veloce, alla manifestazione di ciò che si desidera.

In sostanza dato che il bisogno deriva dalla mancanza, la sensazione di bisogno presuppone appunto una mancanza perciò è inevitabile che manifesti altra mancanza (la legge di attrazione funziona sempre).

Il trucco è di focalizzarci su ciò che desideriamo, ma con la consapevolezza di apprezzare ed essere felici per ciò che siamo e per ciò che abbiamo ora!

Quando la smetti di preoccuparti del risultato finale, potrai finalmente godere di ciò che hai, e perché no? di ciò che fai per raggiungere ciò che vuoi. Capisci? Godere anche di ciò che stai facendo ORA!!!

Godere di tutto ciò che ti rendi conto accaderti e che ti avvicina sempre più al tuo obiettivo! Goderne!!! Non stare in ansia e lambiccarti il cervello per vedere se ciò che ti aspetti ti succederà o no!

Rilassati e goditi il desiderio senza bisogno


Una volta che hai capito inequivocabilmente cosa vuoi ottenere e hai seguito il tuo procedimento per manifestarlo nella tua vita, RILASSATI e GODITELA!

Lascia fare all’universo! Il come, il quando, il se e il dove, non sono più affare tuo!
Lascia lavorare l’Universo!!

Lascia accadere le cose, senza mettere loro i bastoni tra le ruote, con le tue ansie e le tue preoccupazioni. Quello che ti serve per raggiungere il tuo scopo ti giungerà nel modo e nel momento più opportuni, anche se tu non lo comprendi!


Tu rimani focalizzato solo sul tipo di persona che vuoi essere, anche grazie al raggiungimento dei tuoi scopi. Tu sai che devi già essere quella persona che può sperimentare ciò che hai chiesto.

Ringrazia e pensa ad altro!

Desiderio senza bisogno e avanti tutta!

Salva

Desiderio senza bisogno

Giovanna Garbuio

Mi chiamo Giovanna Garbuio non mi piace definirmi, ma se proprio lo devo fare direi che sono una libera pensatrice. Sono inciampata nel 2008 su ho'oponopono e l'ho subito identificato come la via per lasciar andare tutte le domande! Sono stata la prima a scrivere qualcosa di strutturato su Ho'oponopono in Italia.  Sono entrata in contatto con la cultura Hawaiana dunque, quando ancora in italiano non c'era letteratura e quella poca che c'era era per lo più fuori stampa e quindi non più disponibile.

Tutti gli insegnamenti Ho'oponopono

I testi e i corsi più importanti in Italia sulla spiritualità Hawaiana

Viaggi nei mondi interiori

Un percorso guidato attraverso cui lavorare nel nostro mondo interiore per trasformare la realtà esterna in cui viviamo

×

WhatsAPP Chat Giovanna Garbuio

× Hai bisogno di aiuto?