Essere autentici è spesso “scomodo”

Essere autentici è spesso “scomodo” di Linda Molin

Essere autentici in Alchimia quotidiana

essere autentici alchimia quotidiana

Linda Molin ha scritto nel 2016 questo libro Alchimia quotidiana, che dovrebbe essere nella biblitoeca di ogni viandante dello spazio tempo.

Un testo formato dalla raccolta degli articoli che quotidianamente nel 2015 e 2016 Linda scriveva nella sua pagina facebook con l’impelllenza di condividere quel percorso che le si apriva davanti di giorno in giorno. Un testo denso di contenuti profondi e ricco di spunti di riflessione.

Un libro che si è scritto da solo, senza la consapevolezza di essere un libro, ma che oggi è uno strumento prezioso per tutti coloro che hanno deciso di vivere percorrendo la strada della gioia attravesto una raccolta di consigli brevi ma molto efficaci.

E’ un testo che si può leggere sequenzialmente e assorbirne così via via gli spunti proposti, oppure può essere usato per la bibliomanzia, aprendo a caso il libro e cogliendo il suggerimento proposto.

Nulla di ciò che è scritto in questo libro mi appartiene: l’ho ricevuto in dono e così mi accingo a donarlo per ricambiare il favore, poiché sono consapevole della Potenza di questi insegnamenti di cui la vita mi ha fecondata.

Anime maestose hanno seminato in me ed il seme è pronto a dare frutto e a viaggiare lontano grazie al vento che mi auguro saranno i vostri cuori e le vostre parole, che andranno a donare ad altri gli stessi semi, in una catena infinita e bellissima che si dipana fin dalla notte dei tempi e arriva oltre la fine dei tempi.

Si tratta di insegnamenti senza tempo.

Linda Molin

Di seguito un estratto di Alchimia quotidiana di Linda Molin

Essere autentici è spesso “scomodo”

Come vestirsi?

Ci sono persone che viaggiano ad anima nuda, la schiettezza come peggior compagno di cammino, e quando amano, amano nude, amano malamente, con tutte le stronzate umane e via discorrendo. Ed esce un casino.
Mica lo fanno apposta, né tanto meno per fare scalpore: si allenano per anni – con risultati vicini allo zero assoluto – nell’arte dell’invisibilità, pur di non incappare in ritorsioni e casini.


Mentre c’è chi si fa un vanto di essere ribelle e di non conformarsi agli stereotipi, di non inscatolarsi in contenitori sociali universalmente accettati, c’è invece chi prova di tutto per nascondersi, ma spiragli di nudità scappano da tutte le parti e non c’è verso di riuscire ad entrare in quelle meravigliose, rassicuranti scatole sociali.
Sembra una specie di maledizione: essere consapevoli della propria nudità e al tempo stesso non capire esattamente come vestirsi, pur restando autentici.

Vestirsi a strati

La soluzione è semplice ma non facile: vestirsi a strati.
Le anime nude devono sforzarsi di imparare a vestirsi, uno strato alla volta, e a regolare il termostato: da uno a cento, regolare il regime del fuoco è l’attività che impiega la maggior parte degli anni buoni di queste persone.
Le anime nude imparano un po’ alla volta che amare significa anche darsi a ciascuno con la giusta regolazione del termostato.
Probabilmente non imparano mai a gestirlo davvero: la vecchiaia copre con una patina satinata una situazione di fuoco interiore inalterato.

Queste persone possono imparare il trucco dei cinque strati di vestiti: quando hai il cappotto, tutto di te si vela, soprattutto gli occhi, pur restando uno scintillio fugace di ciò che sei. Sembri morto, sembri addormentato. Da usare nei pubblici uffici, nel traffico e nelle occasioni mondane.

  • Sotto il cappotto, un paio di maglioni, da esibire per tutte le occasioni.
  • Sotto ai maglioni, una maglia leggera, per pochi. Procurarsi estintore a portata di mano.
  • Sotto la maglia leggera… zero possibilità di essere politici, di seguire un copione, di cavalcare onde di opportunismo.
  • Senza la maglia leggera… nudi, scomodi e inguaribilmente schietti.

Elegante semplicità

Non arrabbiate ma consapevoli, le anime nude si vestono di elegante semplicità, a tenerle in vita la fede nelle maschere che si lacerano, nelle stampelle che cadono, in ciò che ha valore e resiste alla corrosione del tempo.
Le maschere si lacerano, le stampelle cadono, la solitudine è gelida, il fuoco è torrido, ciò che ha valore resiste all’usura del tempo e la verità viene a galla.

Linda Molin

Puoi seguire Linda Molin sulla sua pagina Facebook qui: https://www.facebook.com/AlchimiaQuotidiana/


Essere autentici

Alchimia Quotidiana

di Linda Molin

Puoi acquistarlo QUI

Essere autentici è spesso “scomodo”

Vedi QUI altri consigli di lettura

Salva

% Commenti (1)

Essere autentici è spesso “scomodo”
Vero , vorrei imparare ad essere autentica senza soffrire nell’anima .
Grazie per i pensieri che ci doni 🌹

Leave a comment