Giovanna Garbuio

Potenza di un abbraccio in pieno Spirito di Aloha

La forza di un abbraccio per vedere un raggio di sole in piena tempesta

Potenza di un abbraccio

Potenza di un abbraccio
Potenza di un abbraccio

La potenza di un abbraccio è Spirito di Aloha

Il desiderio del contatto fisico (potenza di un abbraccio)  è un’esigenza indispensabile per ogni essere vivente, e certamente per ogni essere umano. Infatti la potenza di un abbaraccio lo dimostra. Del resto è una caratteristica  della nostra natura. L’amorevole contatto fisico è un desiderio che nasce in ognuno di noi con un’urgenza che va oltre la razionalità. Difatti immaginare un’esistenza senza o con ridotti contatti fisici renderebbe questo nostro passaggio terrestre triste e sterile oltrechè incompleto.

Toccarsi
sembra un gesto semplice
e invece è una grande avventura,
significa varcare la frontiera
del visibile.
I corpi
sono sacri, sono arcaici.
Toccate e fatevi toccare,
togliete i confini, il filo spinato,
la fiamma dei vivi
è la vicinanza.

Franco Arminio

Ecco che abbracciarsi è un potente strumento di pulizia Ho’oponopono, una potente ed efficace via di trasmutazione energetica delle memorie ostacolanti, in quanto un abbraccio sincero e prolungato (almeno 20 secondi) scatena un’energia riequilibratrice potente.

La durata media di un abbraccio tra due persone è di 3 secondi. Ma i ricercatori hanno scoperto qualcosa di fantastico. Quando un abbraccio dura almeno 20 secondi, si produce un effetto terapeutico sul corpo e la mente. La ragione è che un abbraccio sincero produce un ormone chiamato “Ossitocina”, noto anche come l’ormone dell’amore. Questa sostanza ha molti benefici sulla nostra salute fisica e mentale, ci aiuta, tra l’altro, a rilassarci, a sentirci al sicuro e calmare le nostre paure e l’ansia. Questo meraviglioso tranquillante è offerto gratuitamente ogni volta che si prende una persona tra le nostre braccia, che si culla un bambino, che si accarezza un cane o un gatto, che si balla con il nostro partner, che ci si avvicina a qualcuno o che si tiene semplicemente un amico per le spalle.

Fabio Marchesi

Studi scientifici certificano la potenza di un abbraccio

Numerosi studi dimostrano la netta differenza della ripresa tra i bambini nati prematuri e posti solamente nell’incubatrice e quelli che hanno avuto anche il sostegno di vere e calde braccia amorevoli. Evidentemente diversità dovuta alla potenza di un abbraccio.

Invece in altri studi si è delineato che per molte donne il senso materno è anche un’esigenza corporale di poter abbracciare, accogliere e godere di un’intimità profonda con un altro essere umano. Questa esigenza fisiologica realizzata tramite un figlio non ha bisogno di essere autolimitata (per questioni sociali).

Allora la potenza di un abbraccio non ha bisogno di parole. Infatti le informazioni che genera un contatto fisico affettuoso riescono a migliorare, riequilibrare e spesso a sanare la nostra parte energetica e quella fisica.

La potenza di un abbraccio

  • rompe gli schemi.
  • Ci rende coraggiosi.
  • Allenta le rigidità.
  • Porta allegria, gioia e amore.
  • Ci fa sentire parte del mondo in modo completo e spensierato

E’ la nostra natura riconoscere la potenza di un abbraccio

Perchè spesso troviamo così imbarazzante abbracciare ed essere abbracciati?

Come mai ci priviamo di una sensazione e di un regalo tanto bello?

Il fatto è che non siamo abituati a gestire l’intimità in modo “naturale“. Abbiamo acquisito strada facendo strati di paure, pregiudizi, limiti. E abbiamo perso qualcosa che ci può dare un’immediata sensazione di comunione, di fratellanza e di Amore. Naturalmente ognuno ha i suoi perchè e i suoi vissuti. Tuttavia come sempre, è anche una questione di allenamento.

Possiamo constatare che in un momento di urgenza o di pericolo saltano tutti gli schemi sociali e i pregiudizi sociali e allora capita che la cosa che per prima facciamo è abbracciare e rassicurare, sintonizzandoci fisicamente anche con il più perfetto sconosciuto. Questa connessione è la potenza di un abbraccio.

Gli abbracci di Amma

Dunque che dire dell’incredibile attesa ovunque nel mondo degli abbracci di Amma. 30 milioni di abbracci all’attivo. Straordinaria dispensatrice di comprensione e accettazione totale, il cui Amore cambia letteralmente chiunque possa stare qualche momento tra le sue braccia.

Ecco che anche la frequentazione di luoghi socialmente affollati come discoteche o feste di piazza sono un’occasione inconfessata del desiderio di contatto. Non necessariamente sessuale e neppure per creare rapporti effettivi. Ancestralmente abbiamo il bisogno fisiologico di contatto. Di sentire gli altri esseri umani. Abbiamo bisogno di sentirci partecipi alla vita, connessi con gli altri. Sentiamo la necessità di essere compresi, protetti, accettati. Sicurezza che ci viene anche attraverso un gesto fisico. Il successo delle emozionantissime giornate in cui si regalano abbracci apre a mondi emotivi letteralmente sconosciuti.

Immaginare l’abbraccio è uno strumento di puliza potente ed efficace

Per alcuni non è facile. Però possiamo iniziare ad allenarci con l’immaginazione. Ecco che molte persone hanno fatto della visualizzazione un importante canale per concretizzare “cose difficili” nella propria realtà. Attraverso l’allenamento con l’immaginazione si può imparare a nuotare, a parlare in pubblico, a sentirci più sicuri di noi stessi. Ad Amare senza limiti.

Perciò se non ci sentiamo di farlo davvero fisicamente, cominciamo ad “immaginare” l’abbraccio con le persone che vorremmo stringere a noi. Abbracciamo virtualmente quelle che ci hanno fatto un torto che vorremmo cancellare (strumento di pulizia ho’oponopono estremamente potente).

Inviamo mentalmente un abbraccio a chi è lontano, o a chi è vicino, ma che non osiamo stringere tra le braccia veramente. L’energia del pensiero è potente e l’Amore che riusciamo ad emanare anche solo virtualmente cambierà la sostanza delle nostre vibrazioni e quelle a cui destineremo questo atto di Amore.

Poi però appena possiamo facciamolo nel reale, è uno dei più bei doni che potremmo fare, innanzitutto a noi stessi. Ed uno strumento di pulizia Ho’oponopono ancora più potente ed efficace di quello virtuale.

E tu che rapporto hai con gli abbracci?

Potenza di un abbraccio

Quindi Ora segui le istruzioni:

Innanzitutto metti la mano destra sulla spalla sinistra. Poi quella sinistra sulla spalla destra. Quindi adesso stringi più che puoi. Infine questo e’ il mio abbraccio per te!SalvaSalvaSalvaSalva

Vedi qui gli altri strumenti di Ho’oponopono occidentale

Salva

Giovanna Garbuio

Mi chiamo Giovanna Garbuio non mi piace definirmi, ma se proprio lo devo fare direi che sono una libera pensatrice. Sono inciampata nel 2008 su ho'oponopono e l'ho subito identificato come la via per lasciar andare tutte le domande! Sono stata la prima a scrivere qualcosa di strutturato su Ho'oponopono in Italia.  Sono entrata in contatto con la cultura Hawaiana dunque, quando ancora in italiano non c'era letteratura e quella poca che c'era era per lo più fuori stampa e quindi non più disponibile.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked

  1. Meraviglioso articolo io sono affettuosa e coccolone per natura.
    Ed è vero basta poco per trasmettere Amore.
    Grazie Gio’

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Tutti gli insegnamenti Ho'oponopono


I testi e i corsi più approfonditi in Italia sulla spiritualità Hawaiana e sulla sua applicazione alla propria vita


La Membership

Un luogo nostro dove crescere insieme in direzione della miglior versioni di noi stessi per manifestare gioia, serenità e benessere nella nostra realtà quotidiana in ogni ambito.

×

WhatsAPP Chat Giovanna Garbuio

× Hai bisogno di aiuto?