Come smettere di fare la vittima (e non diventare carnefice)

Come smettere di fare la vittima di Giulio Cesare Giacobbe

smettere di fare la vittima
Giacobbe Giulio Cesare
scrittore © 2005 Giliola Chiste

Come smettere di fare la vittima

Giulio Cesare Giacobbe è senza dubbio una persona originale e poliedrica, psicoterapeuta, scrittore, docente universitario e chissà quante altre etichette!

E’ laureato in filosofia in Italia e possiede un Ph.D Usa con specializzazione in Psicologia. Insegna “Fondamenti di Discipline Psicologiche Orientali” alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova. Questo tanto per inquadrarlo nel nostro mondo abituato a classificare le persone in base alle categorie cui appartengono.

Il Giulio Cesare Giacobbe che traspare dalla lettura dei suoi libri è un personaggio anch’esso estremamente originale e multifacciale, ironico, divertente e decisamente politicamente scorretto (quindi evidentemente sincero).

piantarla di crogiolarsi nel vittimismo

In questo libro, l’autore dei gettonatissimi “Alla ricerca delle coccole perdute” e di “Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita”, ci insegna senza tanti mezzi termini la strada per piantarla di crogiolarsi nel vittimismo. Ancora una volta attraverso discorsi anche prolissi e spesso irriverenti, attraverso una punteggiatura decisamente scorretta, ma proprio per questo molto diretta e convincente, attraverso una sintassi creativa, che rafforzano alla grande la sua spudorata sincerità e la sua originale gentilezza di cuore mascherata da “bastardaggine”, con ironia, innato senso dell’umorismo (e sapete ormai bene quanto io  apprezzi questa qualità) e semplicità di stile ci propone non pochi spunti di riflessione.

Nei suoi libri Giacobbe è ben lungi dalla figura dello psicologo rassicurante e comprensivo che ci si aspetterebbe dalla sua attività professionale.

bando alla falsa indulgenza

Egli comunica ciò che intende trasmettere in maniera diretta e a volte spietata, senza giri di parole o complimenti, senza mezze verità e senza falsa indulgenza.

Del resto a mio avviso, è così che si affrontano le questioni quando si vuole essere effettivamente efficaci. “Il medico pietoso uccide il paziente” dice il saggio!

In questo libro l’autore prende “per le corna” uno degli atteggiamenti più sciaguratamente diffusi e distruttivi che l’umanità conosca: il vittimismo.

fare o essere

Fare la vittima che non significa “essere una vittima”, vuol dire lasciarsi sopraffare dal prossimo adagiandosi sulle lamentele anziché affrontare la situazione. Come sempre è un modo per non assumersi responsabilità ed evitare il cambiamento; atteggiamento che ovviamente conduce inesorabilmente all’infelicità e alla frustrazione definitive, nonchè all’insofferenza di chi ci circonda ed è costretto a sopportarci.

L’autore ci dà una potente scossa con uno stile efficacemente provocatorio e ci trasmette in questo modo delle semplici regole per abbandonare la propria situazione di sottomissione, individuando carnefici e cause e ribaltando eroicamente (ma anche non troppo) la situazione a proprio favore.

Come smettere di fare la vittima e non diventare carnefice” ci conduce, utilizzando un linguaggio forte e parlatamene incisivo, a comprendere come funziona questo deleterio modo di essere e ad affrontare produttivamente l’esistenza.

strumenti utili

Le tecniche illustrate per porre rimedio a questa situazione, possono essere con facilità utilizzate per gestire consapevolmente le proprie scelte e assumersi la responsabilità totale della propria vita.

Fare o non fare la vittima dipende esclusivamente da noi, il ruolo dei cosiddetti carnefici è del tutto secondario, un semplice optional. Ogni vittima può abbandonare il suo atteggiamento vittimistico in ogni momento, preferibilmente Qui ed Ora.

Questo libro lo dimostra tra l’altro in maniera simpatica.

La combinazione vittima-carnefice è un gioco di ruolo che esiste dalla notte dei tempi, ma se il ruolo del carnefice può essere rivestito o meno a seconda della propria volontà , assumendosene personalmente le conseguenze, quello di vittima DEVE essere abbandonato, ne va della propria salute fisica e mentale e del benessere dell’umanità.

testo rivoluzionario

Come smettere di fare la vittima e non diventare carnefice” è ancora una volta un testo rivoluzionario, come del resto anche gli altri i libri di questo autore. E’ un testo utile alle vittime che se non si offendono leggendo nero su bianco le proprie caratteristiche spesso trattate ironicamente (Giacobbe, si sa, è uno che non le manda a dire) possono capire come smettere di essere vittime.

Ma utile anche per i carnefici, che il più delle volte non sono consapevoli di esserlo.

Salva

Acquistalo su IL GIARDINO DEI LIBRI cliccando QUI

Acquistalo su  MACROLIBRARSI cliccando QUI

Vedi QUI altri consigli di lettura

Salva

Salva

Salva

Post Correlati

Lascia un commento