Decreto spirituale che cosa è e come si usa

Decreto spirituale che cosa è e come si usa

[Inserito]

Il decreto spirituale che cosa è

Decreto che cosa è

La parola Decreto deriva dal latino decretum, che è il participio passato di decerno che significa ‘deliberare’, ‘decidere’ a sua volta derivato dalla preposizione de, ‘da’, e dal verbo cernere, ‘separare’.

Il Decreto nella spiritualità pratica

Dunque il decreto nella spiritualià pratica è uno strumento molto semplice nella sua formulazione e di immediata applicazione. Utilizza il potere dell’intenzione e la potenza vibrazionale della parola, supportata dal propulsore della scelta decisionale testimoniata dall’affermazione.

Poichè la parola è il pensiero parlato, di fatto ogni parola è il tramite attraverso cui il pensiero si manifesta.

Gesù di Nazzareth ce lo ha detto molto chiaramente, giusto per citare qualcuno di piuttosto autorevole.

Per le tue parole sarai condannato e per le tueparole sarai giustificato

Matteo 12,37

Non è ciò che entra dalla bocca che contamina l’uomo, ma ciò che dalla sua bocca esce, perché ciò che esce dalla bocca proviene dal cuore6»

Matteo 15,11.18

Il decreto spirituale è un’affermazione

Sostanzialmente un decreto spirituale non è altro che un’affermazione da ripetere con l’intenzione (non serve la convinzione) che sia vera. Basta!

Questo è precisamente ciò che è un decreto ed è tutto ciò che è necessario e sufficiente sapere per utilizzare lo strumento del decreto in maniera semplice, immediata ed efficace.

Il decreto spirituale più in profondità

Ma se vogliamo andare un po’ più nel profondo, un decreto è una dichiarazione formulata a voce abbastanza alta in modo che oltre ad essere pensata e pronuciata, venga anche ascoltata da chi la formula.

Lo scopo di ogni decreto è quello di affermare ciò che è e negare ciò che non è, anche se sembra che sia.

Il decreto spirituale come strumento di armonizzazione

Il decreto spirituale non sono una vera e propria preghiera, ma è piuttosto una riflessione che ci consente di fare chiarezza su ciò che accettiamo e ciò che non accettiamo come vero.

Sostanzialmente il Decreto è un comando che un individuo pronuncia con la consapevolezza della potenza Cristica (Aumakua) che caratterizza ognuno di noi. È lo strumento attraverso cui il paradiso in Terra si manifesta tramite il potere della “parola detta” per mezzo della sacra volontà del dichiarante.

Decreto che cosa è

Il decreto spirituale può veicolare energia positiva o negativa

Ogni decreto spirituale è un affermazione, ma allo stesso tempo ogni affermazione è un decreto spirituale, perciò teniamo accesa la nostra capacità di presenza quando parliamo e facciamo attenzione il più possibile a quello che diciamo.

Ogni volta che pronunciamo delle affermazioni con la convinzione che siano vere, stiamo potentemente spianando la strada alla loro manifestazione, nel bene e nel male.

Detto questo quindi cosa pensiamo possa causare un’affermazione del tipo: “Il mondo va a rotoli“, oppure “i giovani d’oggi non hanno più vlore“, oppure “la mia vita fa schifo“?

E allo stesso tempo sentiamo la vibrazione di affermazioni come: “Ah! Che bene che sto oggi“, oppure “il meglio deve ancora venire“, oppure “che bravi ragazzi che incontro tra i giovani“?

Entrambi sono formule molto potenti che influiscono prepotentemente sulla manifestazione della realtà. Ecco perchè l’invito alla presenza e alla consapevolezza dell’uso che facciamo delle parole.

Con un decreto spirituale possiamo sempre ribilanciare l’equilibrio armonico

Ricordiamoci comunque che le affermazioni del primo gruppo e del secondo gruppo sono comunque potenti. Perciò possono essere facilmente neutralizzate da un decreto contrario di pari portata.

Inoltre ogni volta che sentiamo delle affermazioni negative su qualcuno facciamoci caso e a voce alta o in cuor nostro dichiariamo “Non ci credo nè per me nè per te! Non accetto questa cosa che quindi non può accadere.” E avremo scongiurato ogni “pericolo”!

Leave a comment