Art Therapy: uno strumento di pulizia Ho’oponopono

Art Therapy meditare facendo!

Art Therapy la meditazione colorata

L’Art Therapy è un’attività di rilassamento e di centratura.

Disegnare e colorare sono azioni alla portata di tutti, che abbiamo messo in pratica fin da piccoli. Il disegno è una delle prime forme di comunicazione. Certamente una potente forma di comunicazione interiore!

Art Therapy come contemplazione

Molte tradizioni ancestrali hanno usato il disegno come una vera e propria forma di contemplazione. E ne hanno sperimentato e tramandato gli effetti benefici che il disegno procura al sistema mente/corpo/spirito. Un esempio tipico è la costruzione dei Mandala. I Mandala sono disegni complessi e particolareggiati che fanno parte della tradizione e della pratica buddista. Si basano e si dipano partendo da forme elementari quali il triangolo, il cerchio e il quadrato.

Art Therapy

Colorare un Mandala è da considerarsi una forma di meditazione a tutti gli effetti.

Art therapy una pratica antica

Dunque tecnica conosciuta dalla notte dei tempi ed estremamente efficace per rilassarsi. Tuttavia è estremamente efficace anche per riarmonizzare la nostra interiorità. Quindi un ottimo strumento anche dal punto di vista Ho’oponopono.

Come per ogni strumento Ho’oponopono, anche l’arte terapia diventa estremamente efficace come  modalità di pulizia. Semplicemente esprimendo una volta per tutte l’intenzione che lo sia. Quindi attribuendole questa potenzialità. Il passo successivo è quello di utilizzarla coma modalità di rilassamento. Però anche contemporaneamente come strumento di pulizia interiore. Così essa agirà permettendoci di trovare al suo interno un conforto, con il quale ritemprarsi e recuperare il proprio centro di gravità.

Art Therapy colorare in serenità

Tutto quello che c’è da fare è  completare le particolari illustrazioni dei libri appositi. Per farlo è utile fare uso della propria creatività, attraverso l’utilizzo dei colori nei modi più disparati. Tutto questo contribuirà a sviluppare la nostra capacità di concentrazione. Oltre che (effetto collaterale da non disdegnare)  migliorare il nostro umore. Ma soprattutto risulterà potenete per liberarci da un po’ di “spazzatura” interiore, che così spesso ci impedisce di godere di tutta la meraviglia che Siamo e che ci circonda.

In questo particolare libro possiamo trovare articolatissimi mandala e disegni geometrici, composti da motivi ritmici che si ripetono e si incastrano, in stimolanti composizioni fluide e leggere.

Non è, nella maniera più assoluta, necessario saper disegnare o convincersi di avere particolari doti creative. Le doti creative le possediamo tutti e questo tipo di “esercizio” anzi contribuirà, non solo a farle venire a galla, ma ci permetterà di riconoscere in noi stessi nuovi talenti, che magari non pensavamo nemmeno di possedere.

Art Therapy strumento di pulizia

Per quanto riguarda l’art therapy come strumento ho’oponopono, ciò che c’è da fare quando si comincia a colorare il disegno, è  di individuare la questione su cui vogliamo lavorare con una sola parola o una frase sintetica (esempio: fumo, dipendenza, amore, malattia), che individui il “problema” su cui vogliamo lavorare.

Non importa spiegare la questione nei minimi particolari. La cosa importante è che ognuno di noi sia consapevole di ciò su cui vuole lavorare. Ringraziamo la questione per la sua presenza nella nostra esperienza. Presenza che determina l’opportunità di un’ottima crescita. E manifestiamo chiaramente l’intenzione di pulire questa questione (“voglio pulire questa questione”) e quindi trasmutarla nel meglio per tutti. Una volta fatto questo… Possiamo  dimenticarcene e cominciare a colorare.

E comunque questo resta il modo più efficace per individuare “il problema” su cui si vuole lavorare anche per il futuro con qualsiasi strumento.

Godiamoci la meditazione colorata

Perciò poi lasciamo andare la questione e godiamoci la meditazione colorata. Chi di dovere lavorerà proficuamente per noi. Mentre noi facciamo una bella scorta di energia positiva.

Per altro l’art therapy come strumento di guarigione anti-stress, sta riscuotendo successo e approvazione in tutto il mondo. Riscoprirsi “artisti”, capaci di realizzare belle opere estetiche, è un’esperienza estremamente evolutiva e accrescitiva da non sminuire.

Come sempre imparare dai “piccoli” è sempre una buona cosa… Quanto si rilassano i bambini colorando? Essi passano lunghe ore colorando in vera e propria meditazione. Concentrati solo su ciò che stanno facendo. Senza altri pensieri depotenzianti. Perché non seguirne noi per una volta l’esempio?

Colorare per fare pulizia e ridurre lo stress

Del resto, recenti ricerche sul tema, testimoniano che anche per gli adulti colorare” riduce lo stress e aumenta la capacità di concentrazione, attraverso il raggiungimento di alti livelli di calma mentale importanti. Esistono culture antichissime che utilizzavano il disegno e la creazione di agglomerati colorati, costruiti spesso su forme elementari come il cerchio, il quadrato o il triangolo. Lo stesso Carl Gustav Jung utilizzava questo processo creativo come tecnica di rilassamento!

Oggi questi libri che hanno già spopolato in Gran Bretagna e in Francia sono disponibili anche in Italia.

Vedi qui gli altri strumenti di Ho’oponopono occidentale

Puoi acquistare “Il libro dei sogni” cliccando QUI

Salva

Post Correlati

% Commenti (1)

Preziosissimo strumento … ❤️🙏🏻❤️

Leave a comment