Ho’oponopono e Legge di attrazione

Ho’oponopono e Legge di attrazione, cosa centrano uno con l’altra?

[Inserito]

Ho’oponopono e Legge di attrazione sono punti di vista diversi

Innanzitutto chiariamo che Ho’oponopono e Legge di attrazione sono punti diversi della stessa grande Verità.

Ho’oponopono e Legge di Attrazione non sono esattamente la stessa cosa!

Per cominciare Ho’oponopono letteralmente significa “percependo la perfezione miglioro la realtà” o in riferimento al concetto più diffuso di “mettere le cose al posto giusto“, Ho’oponopono è un percorso che ci aiuta a vedere che le cose sono già al posto giusto.

Infatti Ho’oponopono cambia a tal punto la nostra capacità di percepire le cose che ci permette di coglierne la perfezione (il posto giusto).

Ho’oponopono non attrae

Dunque Ho’oponopono non introduce, non modifica, non cambia, non attrae, semplicemente mette ordine a casa nostra!

Naturalmente nella quotidianità di ogni umano ci sono effettivamente delle cose  che ci sembrerebbe utile modificare, piccole o grandi che siano.

Sinceramente Ho’oponopono nel suo processo ci consente di rimettere la nostra visione nei giusti binari per riconoscere l’utilità e l’efficacia delle cose  (in particolare quelle che ci sembrerebbe utile modificare) attraverso una pulizia interiore riequilibrante e in qualche modo “illuminante”.

Ho’oponopono e Legge di Attrazione in entrambi non c’è prima o dopo!

In tutta sincerità non c’è una cosa più valida e una complementare. Bisogna cambiare la prospettiva da cui si osserva la questione! Quindi Ho’oponpono è un modo di viviere e di affrontare le situazioni.

Diciamo che Ho’oponopono e legge di attrazione sono cose complementari, ma diverse! Ho’oponopono è il completamento della legge di attrazione e la legge di attrazione è il completamento dell’ ho’oponopono.

Insomma fanno parte dello stesso “segreto”, li ritroviamo entrambi come filosofia unica in tutte le più profonde “saggezze ancestrali” (Ho’omana, Buddhismo, tao, cristianesimo delle origini ecc.)

La Legge di attrazione è una Legge Universale, Ho’oponopono è uno stile di vita.

Allora questa fantomatica Legge di Attrazione, che pare andare tanto di moda a ridosso del fatidico 2012, è semplicemente una Legge Universale, conosciuta nel mondo e nei tempi come Legge di Causa ed Effetto, che è sempre esistita e che sempre esisterà e cosa più importante di tutte, che esiste e che è perfettamente attiva ORA!

Perciò mentre la Legge di attrazione è una Legge Universale, nota all’umanità da sempre, Ho’oponopono è un vero e proprio strumento di, chiamiamola, elevazione spirituale!

Ovviamente la legge di attrazione è il meccanismo attraverso il quale  attiri ciò su cui ti concentri (io preferisco dire ciò per cui ti emozioni e quindi ciò che Sei). E certo è una Legge che poichè funziona sempre, può anche essere utilizzata a nostro vantaggio, conoscendola. 

Allineamento in Ho’oponopono e in Legge di Attrazione

Però l’inghippo è che se non sei perfettamente allineato con i tuoi obiettivi, il processo di manifestazione si rivela piuttosto difficoltoso e comunque, anche andasse a buon fine, poco efficace per il tuo duraturo benessere. Ho’oponopono è una filosofia di vita, messa a punto dal popolo hawaiano per allineare i nostri desideri  all’Universo! La soluzione dell’inghippo!

Naturalmente come tutte le filosofie efficaci anche Ho’oponopono si basa su concetti ormai familiari e comuni alla conoscenza umana. Uno dei fondamenti su cui ho’oponopono si sviluppa è la conapevolezza  che tutto ciò che è nella nostra vita deriva dalla nostra interiorità di cui noi siamo gli unici totali responsabili (ecco chiarito in cosa i due percorsi si incrociano).

Tutto è Uno sia in Ho’oponopono che in Legge di Attrazione

Partiamo dall’inizio di nuovo: Tutto è Uno, l’Uno  è Amore, Tutto è Amore che evolve in direzione di se stesso! E noi in quanto esseri esistenti siamo dell’Uno/Amore una parte olgrafica che in sé contiene Tutto l’Uno, parte quindi (a immagine e somiglianza) dell’energia primordiale (Amore) da cui Tutto trae origine.

Perciò poichè  siamo  responsabili al 100% della nostra realtà tutto quello di cui ci accorgiamo, tutto ciò che ci accade intorno, ma anche dentro,  tutto ciò che ci emoziona o che ci provoca delle sensazioni, deriva completamente   da noi stessi.

Ed ecco la Legge di Attrazione

Naturalmente questo ha strettamente a che fare  con la  Legge dell’Attrazione.

Proprio questo è il punto di contatto tra Ho’oponopono e Legge di Attrazione.

Ho'oponopono e legge di attrazione

I problemi iniziano come pensieri sia per Ho’oponopono che Legge di Attrazione

Sinceramente per gli antichi hawaiani, tutti i problemi iniziano come pensieri. Ma avere un pensiero non è il problema. Il problema è che quasi tutti i nostri pensieri sono impregnati di ricordi dolorosi, ricordi di persone, luoghi o cose, che si ripetono costantemente nel nostro sub conscio, la legge di attrazione come l’abbiamo conosciuta li chiama “credenze limitanti”, “blocchi energetici”, Ho’oponopono le chiama “memorie”.

Allora la cosa più importante che si deve imparare a fare (fino a renderlo un processo automatico) è “monitorare” i propri pensieri, quindi riuscire ad essere sempre presenti a se stessi.

 Cosa significa monitorare i propri pensieri

Naturalmente monitorare i propri pensieri non significa essere continuamente consapevoli di tutto ciò che pensiamo momento per momento …è sufficiente prestare attenzione alle nostre emozioni. E’ molto più semplice e altrettanto produttivo.

Perciò tutte le volte che ci sentiamo “male” dobbiamo immediatamente rizzare le antenne e scovare al più presto il motivo del malessere; a volte è palese, ma a volte no. In ogni caso la cosa fondamentale è sapere che quel motivo è generato dalle “memorie” appunto, è qualcosa che prende vita dalla nostra interiorità… e possiamo scovarlo oppure lavorarci con Ho’oponopono con l’obiettivo comunque di riarmonizzare lo squilibrio che ha generato il disagio!

La Via pratica

Quindi la via pratica è quella di neutralizzare la causa del disagio appunto. Possiamo farlo  focalizzandoci sulla soluzione del problema. Possiamo pensare intensamente a cosa ci farebbe stare bene riguardo alla situazione di malessere.

A volte siamo troppo coinvolti emotivamente da certe situazioni e non riusciamo lucidamente a concentrarci sulle soluzioni e il nostro pensiero continua a tornare costantemente ed inesorabilmente sul problema. In questi casi l’unica cosa da fare è: pensare ad altro!

Spostiamo l’attenzione

Quindi mettiamoci ad ascoltare della musica a guardare un film, a recitare una poesia, ma dobbiamo distogliere la mente da ciò che ci fa soffrire. E in questo Ho’oponopono è un aiuto formidabile, anche in cocomitanza con tutto quanto appena suggerito.

Da ora quindi, da questo preciso momento, dobbiamo prestare sempre molta attenzione alle nostre emozioni (è il nostro io superiore che ci parla attraverso le emozioni) e quando ne individuiamo di negative, dobbiamo intervenire, spostando immediatamente il nostro focus emozionale sulla cosa più bella e piacevole a cui riusciamo pensare e utilemente facendo Ho’oponopono.

La legge di attrazione funzionale

In tutta sincerità questa operazione migliorerà immediatamente il nostro stato d’animo mettendoci di buon umore e non da ultimo permetterà alla legge dell’attrazione di funzionare in modo vantaggioso per noi.

Quindi quando ci si accorge che la propria mente si fissa istintivamente su qualcosa che non vogliamo, possiamo intervenire subito, concentrando la nostra mente sul pensiero opposto, cioè su ciò che vogliamo, su ciò che ci fa stare bene in questo modo la vibrazione negativa scaturita dalle emozioni negative provate, che attirerebbe nella nostra vita proprio quello che vogliamo evitare, viene annullata. Questo trucchetto così semplice ci garantisce di non materializzare nella nostra vita il cosiddetto “male”.

Presenza

Sinceramente quest’operazione è abbastanza semplice se impariamo a vivere nel qui ed ora e se la consapevolezza dei nostri pensieri (emozioni) diviene una atteggiamento mentale abituale. Per arrivare a questo però ci vuole allenamento e tenacia.

Tuttavia per noi occidentali così abituati a focalizzarci sul problema invece che sulla sua soluzione molto spesso non è naturale. Quindi forza bisogna cambiare modo di pensare ORA!

La nostra squadra

L’Ego lavorando da solo non può risolvere questi problemi, perché l’intelletto riesce solo a gestire i problemi, ad affrontarli esternamente a se stesso. La gestione delle cose non è un modo per risolvere i problemi. Per risolverli bisogna trasmutarne le cause e quindi lasciarli andare!

La legge di attrazione ci dice chiaramente che per liberarci delle credenze limitanti, non dobbiamo affrontarle, combatterle, dobbiamo accettarle, amarle e lasciarle andare. Solo così le vedremo…. PUFF… evaporare!!!

Ho’oponopono e Legge di attrazione hanno un messaggio univoco

Ho’oponopono e legge di attrazione dunque dicono la stessa cosa: noi siamo creatori della nostra realtà, ma la affrontano da prospettive diverse. La questione va un po’ oltre la superficie della voglia istintiva di manifestare un milione di euro sopra il tavolo della cucina.

Ho'oponopono e legge di attrazione

Se vogliamo fare l’esperienza di Dio nella nostra vita, dobbiamo andare  dentro di noi a cercarlo nell’unico posto in cui possiamo trovarlo.

Connessione consapevole

Dobbiamo riuscire ad entrare in contatto con quell’Io Superiore che è Dio. Questo presuppone del lavoro di introspezione e di allineamento spesso non automatico o immediato.

Non è sufficiente leggere un libro o fare una dichiarazione di fede per quanto sentita e sincera. Bisogna cominciare ad usare gli strumenti adatti, le tecnologie che l’esperienza ci mette a disposizione per cercare dentro se stessi, con lo studio di sè, con la perseveranza, con la costanza, con la convinzione di trovare il nostro Io Superiore.

L’insegnamento di Ho’oponopono

Ho’oponopono insegna:

Credenze io vi Amo! Sono grato per l’opportunità di Liberarmi dell’energia negativa!

Quando si esegue Ho-oponopono, ciò che accade è che la divinità prende il pensiero doloroso e lo neutralizza, lo purifica.  Non si purifica una persona, un luogo, o una cosa. Si neutralizza l’energia che si associa a quella persona, a quel luogo, o a quella cosa. Quindi la prima fase dell’ Ho-oponopono è la purificazione di tale energia.

Ora, accade qualcosa di meraviglioso.

Ritorno al Limite Zero

Non solo l’energia negativa viene neutralizzata, ma viene anche liberata, rilasciata e quindi lo spazio che occupava nella nostra interiorità viene liberato, vuotato.

I Buddisti questo spazio lo chiamano proprio il Vuoto. Il passo finale è quello di consentire alla Divinità di entrare e riempire il vuoto con la Luce.
Anche l’uso consapevole della legge di attrazione ci dice di accettare l’ispirazione, seguirla e agire!  L’uso consapevole della legge di attrazione nelle sue fasi prevede proprio l’azione! Ma l’azione ispirata!!

Ho'oponopono e legge di attrazione

Ancora dove direzionare l’attenzione

Per fare Ho’oponopono, non dobbiamo sapere qual è il problema  e tanto meno cosa lo provoca.

Tutto quello che dobbiamo fare è semplicemente notare quale problema si è verificato fisicamente, mentalmente, emotivamente.

E l’uso consapevole della legge di attrazione cosa dice di fare per liberarsi delle credenze limitanti? Individuarle no?

Sempre più facile

Con Ho’oponopono la faccenda è ancora più facile perchè non è necessario individuare specificatamente le credenze limitanti, basta accorgersi dei loro effetti sulla nostra realtà.Una volta notato il problema, la nostra responsabilità è quella di iniziare immediatamente a pulire, a dire: “Scusa. Grazie. Ti Amo” fino a quando l’energia è pulita.

Mi apre evidente a questo punto che Ho’oponopono va al di là dell’ uso consapevole della Legge di Attrazione. Lo supera e allo stesso tempo lo ingloba.

Niente bacchetta magica nè con Ho’oponopono nè con la Legge di Attrazione

Non ho scoperto la lampada di aladino e/o una qualche bacchetta magica! Qui stiamo parlando di crescita spirituale profonda. E a questo livello le differenze tra Ho’oponopono e legge di attrazione, meditazione, visualizzazione creativa o altro perdono senso di essere!

Sono tutti strumenti per arrivare a realizzare lo scopo per cui ci siamo incarnati!

Essere felici e manifestare il regno di Dio sulla terra!

Ho’oponopono e Legge di Attrazione non sono in contraddizione

Molti si chiedono se la loro abitudine (vedi insegnamenti di Abraham/Hicks e il “laboratorio creativo”) di avere dei momenti in cui volontariamente vivono una realtà virtuale e cercano pensieri che li facciano sentire sempre meglio, anche se questi pensieri non sono la propria realtà, o se il fatto di pensare di più alle cose come desidererebbero che a come sono realmente, non sia in contraddizione con gli insegnamenti di Ho’oponopono.

Ho'oponopono e legge di attrazione

Legge di Attrazione e Ho’oponopono sono in sintonia

Ci si chiede se il fatto di dedicare 10/15 minuti quotidianamente alla costruzione mentale della propria vita ideale, immaginandosi protagonisti della vita che si desidera, immersi nella piacevolezza di queste sensazioni, quindi assumendo quegli atteggiamenti che tutti i testi che parlano di Legge di Attrazione suggeriscono, non sia in realtà un problema per il processo di Ho’oponopono.

Alcuni, dopo aver conosciuto Ho’oponopono e le sue basi si trovano a vivere il “pensiero positivo” come un “dare istruzioni alla Divinità”.

Desiderio puro libero dal bisogno

E pur sentendolo vivido e sincero nel proprio cuore e… non come “ordinazioni” vere e proprie, ma come un desiderio piacevolmente visualizzato, tuttavia l’incertezza si manifesta…

Per me la faccenda è molto semplice, nessuna contraddizione, nessun fraintendimento.

Sono convinta che questo tipo di approccio alla vita, questo comportamento quotidiano e atteggiamento mentale costante sia esattamente quello che dovremmo fare tutti e Ho’oponopono è solo una fantastica opportunità in più!

Punti di vista diversi ma complementari

Ho’oponopono e la Legge di Attrazione sono punti diversi della stessa grandissima Verità, ma non sono esattamente la stessa cosa !

La conoscneza della (verissima) Legge di Attrazione che è appunto una legge universale ci insegna che si attira ciò su cui ci si concentra (io preferisco dire ciò per cui “ci si emoziona”).

Però l’inghippo è che se non si è perfettamente allineati con i propri obiettivi, il processo di manifestazione si rivela piuttosto difficoltoso!

Ecco il ruolo di Ho’oponopono

Ho’oponopono è una filosofia codificata dal popolo hawaiano per allinearci ai nostri desideri e all’Universo, sono dunque cose complementari, ma diverse!

Dicono la stessa cosa: Noi siamo creatori della nostra realtà e la affrontano da prospettive diverse.

Quindi chi ha assunto l’abitudine del “laboratorio creativo” (o cose simili) fa benissimo a fare ciò che fa e non potremmo che spingerlo a continuare su questa strada…in più però ora abbiamo in mano una conoscenza nuova, uno strumento potente per “mettere le cose a posto”.

Il laboratorio cretivo

Ognuno di noi, con il proprio “laboratorio creativo” non dà istruzioni al proprio Io Superiore, ma si concentra su come vorrebbe sentirsi!

L’importante è che poi lasciamo mano libera all’Universo (che è sempre l’Io Superiore) per trovare i modi e i mezzi per farci sentire durevolmente così.

Anche le teorie sulla LOA insegnano a focalizzarsi su come ci si vuole sentire più che sulle effettive soluzioni materiali… l’Universo ti porterà situazioni, che magari non saranno identiche a come le hai materialmente immaginate, ma che ti faranno sentire esattamente come ti sei voluto sentire! Non c’è contraddizione: questo vuol dire lasciare fare all’Universo, avere fiducia, senza dare “ordini”.

Ho'oponopono e legge di attrazione

Ho’oponopono sempre e ancor di più all’occorrenza

Concentrasi sulle emozioni, e, quando inciampiamo in qualcosa che non è come vorremmo, perché non ci fa stare bene, non ci fa sentire come ci vorremmo sentire, usiamo Ho’oponopono… senza decidere noi le soluzioni e mantenendo un atteggiamento di positività e di Gratitudine!

Anche i problemi, come ben sappiamo e come meglio capiremo, non sono altro che opportunità per migliorare il tutto. In realtà non esistono oggettivamente situazioni positive o negative: è il nostro giudizio, la nostra prospettiva, il nostro modo di valutarli, che li rende tali.

I problemi sono opportunità

Con Ho’oponopono noi dobbiamo porci di fronte ai “problemi” con un atteggiamento sempre positivo, di Gratitudine e di Amore.

Non sono situazioni negative, sono cose che preferiamo cambiare, perché nell’atteggiamento mentale che stiamo vivendo ci creano delle difficoltà e non ci fanno sentire come vorremmo sentirci.

Le cose sono già a posto

Non ci fanno provare quelle emozioni sulle quali ci concentriamo all’interno del nostro “laboratorio creativo”, ma che si siano manifestate è sempre un fatto positivo: un’opportunità che ci si presenta per rimettere la cose a posto, per aggiustarle appunto e per imboccare la strada verso la situazione migliore per noi. Il trucco sta nell’osservare tutto senza giudizio. E’ accaduto perché è ciò che doveva accadere date le premesse.

Preferisco altro? Bene allora chiedo al mio Io Superiore di intervenire.

Ecco tutto! Nessuna lotta di nessun tipo tra Ho’oponopono e Legge di Attrazione, sono punti di vista diversi della stessa Verità, in realtà assolutamente complementari.

Salva

Post Correlati

% Commenti (1)

Leave a comment