Il bisogno d’amore allontana l’Amore

Il bisogno d’amore allontana l’Amore  

Il bisogno d’Amore manifesta mancanza

La nostra comprensione dell’Amore, come umani, è ancora davvero molto limitata.

Noi esseri umani siamo ancora molto lontani dal comprendere come la potenza di un rapporto d’Amore sia basata sull’unità dell’Uno e non sulla separazione della molteplicità. Anche se intesa come comunione di due.   Crediamo troppo spesso che il bisogno d’amore sia Amore!  

Chi Ama veramente, per prima cosa non ha “bisogno d’amore“. Non cerca un compagno che lo completi, ma è egli già completo in sè stesso. E pertanto non ha “bisogno” di nessun altro.   Solo in questo si manifesta l’anima gemella (quella dei miti, quella delle favole, quella del per sempre) che giungerà a lui in unità, per la pura gioia di con-moltiplicare e non per completare qualcuno che  invece è già completo di per sè.

Il bisogno d’amore manifesta solo altro bisogno d’amore

Energeticamente il bisogno d’amore manifesta solo altro bisogno d’amore. Le nostre relazioni d’amore umane, per lo più, si basano invece proprio sulla molteplicità del bisogno. E infatti la più parte dei rapporti cosidetti “d’amore” non funziona. E dopo un breve idilliaco rodaggio, cominciano a generare occasioni su occasioni di sofferenza, di frustrazione, di incomprensione, di malessere.  

Dobbiamo finalmente comprendere che non c’è nulla e nessuno da cercare là fuori. Finchè non avremo trovato equilibrio ed armonia qui dentro, le nostre relazioni d’amore, saranno sempre precarie e poco solide.  

Tutto prende il via da noi stessi

Da un punto di vista energetico tutto prende il via sempre da noi stessi. Perchè il nostro partner, reale o potenziale, non è altro che il nostro riflesso. La produttività del rapporto d’Amore sta appunto nel trovare il riflesso nell’altro. Con cui evolvere in sintonia, in comunione ed unità, con cui comprendere ed imparare. Non certo con cui completarsi o nel quale trovare ciò che noi non abbiamo o che in noi non ci soddisfa.

Non parliamo poi di trovare qualcuno da modificare. Perchè allora qui si raggiunge l’apoteosi del non senso (situazione però incredibilmente molto molto comune).   Nessuno al mondo sarà in grado di amarci più e meglio di quanto siamo in grado di fare noi stessi. E se non proviamo questo tipo di Amore per noi stessi, è su  noi stessi che dobbiamo lavorare. Non sarà certo la ricerca o l’accalppiamento di qualcun altro che potrà risolverci questa profonda disarmonia.

L’Amore è reciproco, ma senza bisogno

Se non siamo capaci di Amarci non saremo in grado di Amare veramente nessun altro! Ma è altretttanto vero viceversa: se no siamo capaci di Amare gli altri non potremo mai amare noi stessi.   Ciò che saremo capaci di provare sarà solo una parodia delle nostre potenzialità.   Perchè se cerchiamo qualcuno che ci Ami nel modo in cui noi non siamo capaci di fare, stiamo dando origine a quel bisogno patologico che procede in direzione diametralmente opposta a quella dell’Amore autentico che razionalmente auspichiamo.

Una relazione fondata sul bisogno invece che sull’Unità è inderogabilmente destinata a naufragare in un mare di procurata ed evitabile sofferenza. Finchè manifestiamo compagni che riflettono i nostri squilibri, non faremo altro che ammettere e moltiplicare tali disarmonie.  

Aspettative, desiderio di possesso, di controllo, legami, necessità di soddisfazione, sono solo squilibri, legati alla mancanza di stima e di Amore per noi stessi, che con l’Amore autentico hanno davvero poco da spartire.   Quando un essere umano si sente felice, appagato, soddisfatto e completo e sa di non aver bisogno di nient’altro e di nessun’altro per sentirsi così, allora sarà il momento in cui incontrerà quell’essere fantastico che la mitologia definisce appunto Anima Gemella e che gli consentirà di moltiplicare questi stati dell’essere in spedita direzioe verso la comune beatitudine.  

Il vero Amore nasce dalla pienezza

Il vero Amore non nasce dal vuoto o dalla mancanza d’amore, il vero Amore può scaturire solo dalla pienezza e dalla completezza, dall’appagamento d’Amore. Se in ogni caso la condivisione/con-moltiplicazione con un altro essere non fa parte del cammino di quest’anima già completa in sè stessa, essa comunque, in questo stato di totale appagamento e Amore per sè stessa, non ne sentirà la mancanza e men che mai il bisogno.  

Uno strumento risolutivo per le relazioni disfunzionali

Guarda QUI tutti i dettagli

Post Correlati

% Commenti (1)

Buongiorno,
Sono d’accordissimo con questo articolo, spesso si cercano cose, sentimenti, occasioni ecc nel mondo esterno a noi. Capita così che invece di vivere ciò che siamo, per quello che siamo, viviamo adeguandoci al mondo esterno, reagiamo ad esso invece di crearlo noi per quello che siamo. Così accade anche per l’amore. Infondo non siamo noi gli unici creatori della nostra realtà? Quindi concordo, se non ci amiamo noi in modo universale non potremmo incontrare quella che viene chiamata “anima gemella”. Non si può amare per bisogno anche questo è vero.
Grazie, grazie, grazie.
Proprio un bell’articolo.
Antonio

Leave a comment