Il sogno del Dio Kanaloa è la Vita

Il sogno del Dio Kanaloa – Storie di Maui

Il sogno di Kanaloa: come tutto è cominciato

Il sogno di Kanaloa

Oltrepassata una certa soglia, non c’è più possibilità di tornare indietro alla consapevolezza precedente.

Kanaloa è il dio hawaiano del mare e rappresenta l’equilibrio.

Kanaloa è rappresentazione di pace, di guarigione, di salute, di unità e di armonia. E’ il potere di vita in connessione con tutte le cose.
Kanaloa è l’armonia che genera la felicità attraverso il collegamento a tutto l’Essere. E’ il rafforzamento di benessere e gioia. È il bene che fluisce nell’abbondanza.

Kanaloa rappresenta l’uomo che incarna consapevolmente la divinità, in cui aspetti materiali e spirituali hanno raggiunto l’armonia… L’obiettivo verso cui siamo diretti tutti noi perchè sappiamo ormai bene che l’uomo nel centro dell’Io Sono ha accesso  consapevole a tutte le energie di cui ha bisogno

Kanaloa è il tessitore di un sogno. Un sogno che si trasforma nella realtà.
Il sogno di Kanaloa!

Ecco come tutto è cominciato… e come tutto prosegue, senza tempo, Ora!

Il sogno del Dio Kanaloa

Ecco come tutto è cominciato…

Tanto tanto tempo fa, molto, ma molto prima del capitano Cook, in Lanikeha (il paradiso per gli Hawaiani), un posto a noi vicino e lontano fuori dallo spazio e fuori dal tempo, il Dio Kanaloa si addormentò. E cominciò a sognare. Kanaloa sognava di essere Maui. Che nella sua terra in Hawaii, tra cielo mare e spiagge incontaminate, viveva la sua vita densa di avventure e piena di affetti.

Nel sogno Kanaloa sperimentava i suoi sentimenti, le sue gioie e i suoi dolori, le sue soddisfazioni e le sue delusioni.

Il Dio Kanaloa sta sognando di essere Maui…

Il Dio Kanaloa sognando di essere Maui sperimentava l’entusiasmo di affrontare una nuova avventura. Sperimentava la trepidazione, l’incertezza e la meraviglia dell’innamoramento per Hina. Comprendeva l’affetto e la complicità con i suoi fratelli. Kanaloa sognando di essere Maui viveva e comprendeva lo stimolo emotivo che ogni nuova sfida portava con sè.

Kanaloa sognando di essere Maui capive cosa significa avere una moglie come Hina. Comprendeva cosa significa essere padre, immedesimandosi in Maui che accudiva i suoi figli.

Il Dio Kanaloa sognando di essere Maui sperimentava cosa significa essere fratello, vivendo le avventure che Maui condivideva con i suoi fratelli. Kanaloa sognando di essere Maui capiva cosa vuol dire avere dei nemici. Sperimentava l’angoscia che questo genera.

Il sogno di Kanaloa

Il sogno del Dio Kanaloa è Kanaloa che è Maui

Perché Kanaloa sognando di essere Maui era Maui nel sogno del Dio Kanaloa. E sperimentava tutte le emozioni che Maui sperimentava vivendo. Nel sogno ogni cosa presente tuttavia, era in essenza la coscienza di Kanaloa che sognava.

Ma pur essendo tutto in essenza la coscienza di Kanaloa, Kanaloa si identificava solo in Maui e viveva tutto il resto come un riflesso dell’interiorità di Maui.

Perciò Maui era Kanaloa e Kanola era Maui.

Tutto è Kanaloa nel sogno del Dio Kanaloa

Ma anche tutto il resto non era altro che la coscienza di Kanaloa, che veniva creato attraverso la sua identificazione in Maui. Perché la coscienza di Kanaloa era ogni singolo atomo di tutto il suo sogno. Sebbene lui fosse consapevole di essere solo Maui.

Perciò anche se tutta la realtà del sogno era la coscienza di Kanaloa, Kanaloa poteva vivere l’esperienza sognata, solo dalla prospettiva di Maui. Non da quella degli altri. Anche se tutti gli altri in fondo erano una creazione della sua coscienza.

Nel sogno Kanaloa si sentiva Maui, e si percepiva separato dagli altri. Perché non poteva conoscere la prospettiva degli altri, né i loro sentimenti, né i loro pensieri.

Kanaloa poteva agire nel sogno solo immedesimandosi in Maui. Non aveva nessun potere sulle mosse degli altri. Anche se tutti gli altri erano in essenza parte della sua coscienza.

Il sogno di Kanaloa

Fuori dallo spazio e dal tempo…

Poiché in Lanikea non esisteva spazio e non esisteva tempo Kanaloa si addormentava anche altre volte. Contemporaneamente (nell’eterno momento di ora) a questo sogno ne sognava molti altri. Sognava di essere Hina. E sognava di essere uno per uno i fratelli di Maui. Allo stesso tempo sognava di essere ogni singolo amico e nemico di Maui. E inoltre sognava di essere la spiaggia, il sole, il cielo… E in ogni sogno si immedesimava (si individualizzava) in un nuovo protagonista della storia. Divenendo la coscienza del nuovo protagonista e riflettendo nella realtà del nuovo personaggio, tutto ciò che lo rappresentava. Incastrandosi magistralmente con ogni altro sogno contemporaneo.

Dal canto suo Maui viveva la sua vita (il sogno di Kanaloa) e attraverso le sfide che quotidianamente affrontava comprendeva sempre meglio sé stesso, vedendo in tutta la sua realtà un riflesso della propria interiorità.

Maui comprende il sogno del Dio Kanaloa

Come sappiamo, Maui era un semidio, e tra le sue molte doti c’era quella dell’introspezione. Osservando l’evolvere della sua realtà e mettendo in collegamento i suoi stati d’animo con ciò che si materializzava nel suo quotidiano, cominciava a comprendere che ciò che lui vedeva e viveva non era altro che la manifestazione della sua coscienza.

Maui comprendeva che la sua realtà era un’illusione di una coscienza che era oltre la sua, ma di cui allo stesso tempo la sua faceva parte. Tutto ciò che lui viveva non era oggettivo, ma dipendeva dal suo vivere in un sogno sognato dalla sua coscienza.

Il potere deriva dall’armonia con il sentire ispirato da Kanaloa

Maui ha potuto rendersi consapevole di tutto il meccanismo del sogno, perchè nel suo agire e nel suo essere, Maui è sempre stato in sintonia armonica con l’essenza di Kanaloa, senza mai ribellarsi ad Essa. Permettendo a Kanaloa di esprimere fluidamente se stesso nel suo sogno. Maui ha sempre agito in sintonia con ciò che Kanaloa lo ispira a fare.

Tutto il creato che è in armonia con l’energia del sogno di chi lo sta sognando non crea confusione. Quando noi, come protagonisti del sogno, non seguiamo il nostro sentire ispirato dal sognatore, ma decidiamo caparbiamente di andare da un’altra parte, creiamo un sogno nel sogno (confusione), alimentando l’illusione che ci impedirà di poter mai comprendere di essere i protagonisti di un sogno e quindi di essereconsapevolmente un tutt’uno con la Coscienza che sogna.

Maui decise allora di svegliarsi dal sogno e comprendere la sua coscienza! Ma comprese che questo era impossibile perché non era lui che stava sognando, ma Kanaloa che stava sognando di essere Maui.

Maui non può svegliarsi. E’ il sogno del Dio Kanaloa

Il sogno di Kanaloa

Maui non poteva svegliarsi, come non poteva farlo nessun altro protagonista di tutti gli altri sogni di Kanaloa.

L’unico che poteva farlo era Kanaloa, che però se l’avesse fatto avrebbe distrutto ogni altro sogno e non avrebbe più potuto sperimentare la possibilità di capire cosa significa vivere, amare, essere…

Cosa significa svegliarsi…

L’unica cosa efficace che Kanaloa poteva fare per non distruggere tutto era continuare a conoscersi, non smettendo di sognare, ma facendolo in modo consapevole nella maniera che in molti chiamano sogno lucido.

Maui e tutti gli altri protagonisti del suo sogno potevano aiutarlo essendo loro stessi individualizzazioni di Kanaloa.

Più Maui sarebbe stato centrato e in armonia con se stesso e con la sua realtà, e con l’ispirazione che gli giunge da Kanaloa, più sarebbe stato consapevole di essere lui stesso la coscienza di Kanaloa, e questo avrebbe contribuito alla realizzazione del sogno lucido di Kanaloa. La consapevolezza di Maui di essere Kanaloa, gli permette di godere contemporaneamente di ciò di cui gode Kanaloa nel suo fare esperienza di questo sogno.

Tutto è Uno

Nel sogno lucido di Kanaola, Maui avrebbe continuato ad essere Maui, ma sapendo di essere Kanaloa.

Kanaloa e Maui sono la stessa cosa, la stessa coscienza, la coscienza che crea il sogno.

E noi sappiamo che questa storia è vera perché anche noi siamo il protagonista di un sogno del Dio Kanaloa… proviamo a concentrarci sul nostro “Esserci” e un passo alla volta lo scopriremo!

Tu Sei sempre stato Oceano, anche quando ti vedevi come goccia. Questo è un buon momento per ricordare la tua vera identità al di là delle variopinte e limitanti identificazioni con cui hai voluto giocare.

Dario Canil

Proviamo a concentrarci sul nostro “Esserci” e un passo alla volta lo scopriremo!

Il sogno del Dio Kanaloa

Questa storia è contenuta nel libro

Le Storie di Maui – 111 gradini verso la felicità

Guarda subito tutti i dettagli QUI

Tutto quello che rimane è ciò che è sempre stato. Questo!

Post Correlati

% Commenti (7)

Fantastico. Fantastico riconoscere il divino che è in noi . Creati a sua immagine e somiglianza. Se io divento più consapevole Universo diventa più consapevole !! Io sono la coscienza del universo !! Io sono ????. Io esisto nel sogno per questo perché Dio diventi consapevole di se e io diventi consapevole di essere Dio o meglio come diceva Ueshiba Uno con l universo ??

Grazie Grazie Grazie Grazie Grazie Grazie Gianni Bortoluz

Grazie per questo dono prezioso . Un valido aiuto per ritrovare il nostro vero essere speciali.
Un abbraccio
Dada

che storia magnifica… graze!

L’unico commento che posso fare è dirti Grazie di cuore per la condivisione di una storia-realtà in cui tutti siamo immersi come attori e protagonisti, sognatori e sogni… condividendo l’unico grande sogno!
Auguro a tutti noi un sogno lucido… consapevoli di essere un’Unita’.
Un abbraccio di Luce

Ognuno di noi è il sogno individualizzato di Dio. Risvegliandoci giorno dopo giorno attraverso il gioco della coscienza nella vita quotidiana, arriveremo a comprendere e sperimentare che noi stessi siamo Kanaloa che sta sognando. Allora il sogno svanirà, resterà solo la consapevolezza di essere l’Universo intero e oltre esso.
Storia stupenda che rappresenta lo scopo del vivere qui sulla terra, del “meccanismo” illusorio che ci tiene vincolati nel ritenerci solamente Maui che sta sognando.
Grazie grazie grazie Giò. Namasté

Leave a comment