Unihipili è logico e prende ordini !

Unihipili è logico e prende ordini

sono queste le sue principali caratteristiche!

Per essere chiari in Ho’oponopono ci si riferisce al subconscio con il termine Unihipili (o Ku)

Unihipili è il bambino interiore, il subconscio

La consapevolezza che Unihipili è logico e prende ordini

Unihipili è logico e prende ordini e Ho’oponopono si relaziona con Unihipili (il subconscio) con questa consapevolezza. Ho’oponopono significa letteralmente “percependo la perfezione miglioro la realtà” ed è una pratica antichissima, riadattata per il vivere moderno inizialmente da Auntie Morrnah Nalamku Simeona e poi lasciata alla sua evoluzione naturale.

Essere felici è il nostro stato naturale. Unihipili è motivato dalla gioia. Se non siamo felici allora significa che dentro di noi ci sono delle convinzioni che ci stanno impedendo di sperimentare la gioia. Unihipili segue queste convinzioni (memorie) come la strada meno peggio rispetto all’esperienza di qualche dolore che sarebbe peggio. Unihipili agise sempre per difenderci dal dolore… In base a cio che lui sa (memorie) che spesso non è per niente oggettivo.

La filosofia Ho’omana

La filosofia Ho’omana ci ricorda che noi creiamo la nostra realtà, siamo co-creatori assieme alla suprema intelligenza Divina. Tutto quello che vediamo, sperimentiamo, tutta la gente che ci circonda, tutto quello che forma il nostro mondo, sta lì perché noi l’abbiamo creato, gli abbiamo chiesto di manifestarsi per qualche ragione, che il più delle volte il nostro sè cosciente non conosce. Infine gli abbiamo permesso di realizzarsi.

La realtà si è manifestata in quel certo specifico modo perché glielo abbiamo chiesto e lo abbiamo permesso.

Siamo dunque noi i totali responsabili di quello che succede nel nostro mondo. Dobbiamo accettare che abbiamo il 100% di responsabilità per ciò che accade.

Unihipili è logico e prende ordini – Il bambino interiore è il subconscio

Il nostro essere è composto da

  • un Io superiore (Divino in me)- Aumakua
  • un Io (Ego) – Uhane
  • un Io-subconscio (identificato dalla filosofia Ho’omana anche come Bambino interiore) – Unihipili

Unihipili è logico e prende ordini sempre. Non si può prescindere da queste cartteristiche.

L’Io-subconscio, Unihipili è un bambino che possiede la chiave della nostra felicità ed immagazzina nel suo esclusivo archivio tutte le informazioni di tutto ciò che è accaduto e che interpretiamo circa ciò che ci è accaduto.

Dico che ha la chiave della nostra felicità, perché noi stiamo creando molte esperienze, ma non siamo in realtà coscienti di farlo. E’ questo bambino interiore che sta effettivamente creando, partendo dai dati che possiede che gli derivano da tutte le esperienze passate.

Unihipili è logico e esegue gli ordini che riceve

L’obiettivo di questo Bambino (subconscio), che è logico e esegue gli ordini che riceve, è essere felice, come qualunque altro bambino al mondo. Egli si ama e si identifica col tuo essere fisico: NOI!

Come qualunque bambino ha bisogno che gli si presti attenzione, gli piace che lo si vizi e deve sentirsi davvero amato, stimato e protetto.

Dobbiamo arrivare a comprendere che la mente è perfetta, ma la percezione delle memorie che la mente contiene non è altrettanto “perfetta”. Semplicemente perchè la percezione è limitata, in quanto figlia della molteplicità limitata.

Unihipili è logico e prende ordini quindi i dati coi quali lavora il subconscio sono i dati dall’interpretazione delle nostre esperienze, che sono ben lontani dall’essere “perfetti”, più che altro semplicemente perchè non sono oggettivi.

Lì agisce Ho’oponopono con il contributo di Unihipili che è logico e prende ordini

E’ proprio lì dove agisce Ho’oponopono, nella correzione della parte inefficace della percezione di quelle memorie e di quei dati.

Perchè questo bambino interiore (subconscio) cercherà sì di proteggerci, ma anche farà qualsiasi cosa perchè noi lo prendiamo in considerazione se si sente trascurato. Perfino sabotare i nostri progetti, se è necessario, per ottenere l’attenzione che ritiene indispensabile.

C’è una parte Divina o Io superiore, la cui saggezza e potere sono molto superiori a quelle del nostro sè-cosciente e che ci Ama incondizionatamente.

Lasciare il timone

Dobbiamo essere disposti a lasciare il timone nelle mani di questa Divinità. Affinché guarisca i nostri ricordi, sentimenti, credenze, in una parola “memorie“…

Affinché guarisca la radice stessa di ogni esperienza non desiderata o dolorosa che abbiamo, ed affinché guarisca ad uno stesso tempo gli effetti che queste cause limitatamente percepite hanno provocato. Quindi affinchè guarisca anche gli altri cancellando la polarità bloccante di quelle memorie che con gli altri condividiamo.

Accettare la nostra responsabilità

Dobbiamo essere disposti ad accettare la nostra responsabilità. Ma allo stesso tempo accettare l’aiuto della Divinità. Accettare che è proprio e solo con questo aiuto che potremo guarire ed essere guariti.

Il subconscio, Unihipili è logico e prende ordini, dunque per potere praticare questo processo bisogna collegare il nostro sè-cosciente col nostro Bambino interiore. E chiedergli che a sua volta si colleghi con la Divinità e Le dica:

Divinità cancella in me ciò che sta provocando questo problema“.

“Scusa Grazie Ti Amo” per comunicare con Unihipili (subconscio)

E per ottenere ciò è sufficiente  affermare: “Scusa, Grazie, Ti Amo”.

Facendo questo sto chiedendo alla Divinità che cancelli programmi, memorie, sensazioni in me affinché essi siano cancellati anche nelle altre persone. Sto chiedendo di guarire il mio Bambino interiore, Unihipili, il subconscio, per guarire me stesso e gli altri. Che non vuol mai dire che le cose vadano nella direzione in cui “io voglio” che vadano, nè per me nè per gli altri.

Unihipili è logico e prende ordini

Andrea Panatta

In un suo articolo di Andrea Panatta ci racconta:

“All’ennesima richiesta sul ‘come faccio a creare la realtà che desidero’ ho risposto così:

Mi dispiace ma non posso risponderti in maniera per te soddisfacente, credo…

Un tempo mi occupavo di quel corpo di insegnamenti che chiamiamo ‘legge di attrazione’. Ho fatto diversi esperimenti con questa presunta legge ed in effetti hanno quasi sempre funzionato.

Ma, ho anche guardato molto da vicino i comportamenti e il ‘destino’ di molti insegnanti di legge di attrazione e nel tempo la loro energia ha smesso di risuonare in me.

Non vedo infatti nessuna saggezza e nessuna realizzazione possibile nel continuare a volere, e a materializzare ‘cose’.

Non trovo nessun senso nel continuare a spegnere una sete costantemente indotta da noi stessi attraverso la ‘dimostrazione nella materia’ come la chiamava uno dei miei maestri.

Andrea Panatta

Quello che ho capito

Ho capito col tempo che questa ‘legge’ è il modo in cui funzioniamo costantemente, e, purtroppo, la ‘materializzazione’ avviene di continuo che lo vogliamo o meno. E più che una legge sembra essere una funzione costante della coscienza.

Mi è chiaro che a differenza di quanto affermato da molti insegnanti di LDA, il pensiero ha davvero poco peso rispetto alle emozioni dominanti. E quasi tutto il materiale emotivo subconscio sta già creando la realtà che vivi, e che vivrai nel prossimo futuro.

Ormai è evidente che mettersi a visualizzare e ad ‘agire come se….’ è solo un 2% di un gioco molto più vasto. Che richiede che noi si guardi anche e soprattutto quella parte subconscia che non vuole essere vista e che crea mille disastri.

Andrea Panatta

Percorso diretto

Inoltre ho notato che seguendo un percorso più diretto verso ciò che io chiamo il ‘sè’ o la ‘coscienza pura’, quello che si ottiene è un progressivo sistemarsi di tutta la propria esistenza. Anche se nei modi e nei tempi differenti da quello che noi avevamo previsto.

La LDA è un bel gioco da fare all’inizio per rendersi conto che abbiamo un impatto sulla nostra realtà. Ma, a mio parere, non può portarti a nessuna felicità duratura, nè nessuna realizzazione spirituale. Dunque ho semplicemente smesso di occuparmene e di dargli peso.

Ciò non toglie che ci siano anche dei validi insegnamenti in merito. Ma quasi tutti li trovo troppo semplicistici e diretti più alla soddisfazione narcisistica di un ego che alla realizzazione spirituale.”

Andrea Panatta

Unihipili è logico e prende ordini non prende decisioni indipendenti

Dunque poichè Unihipili è logico e prende ordini è inutile volergli far prendere delle decisioni o volerlo far agire in contrasto con le memorie che custodisce!

Unihipili è logico e prende ordini

Unihipili è logico e prende ordini e in sostanza una volta che saremo consapevoli che tutto il nostro disagio dipende dalle memorie che sono archiviate, nel nostro sub conscio, ci risulterà molto più facile lasciarle andare e superare il disagio e la fatica che certe rinunce ci procurano.

Ovviamente non possiamo farlo soltanto a colpi di buona volontà, perché sappiamo bene che la nostra parte razionale è molto, molto, più debole della parte rimanente.

L’ice-berg

Immagino abbiate tutti presente la metafora del l’ice-berg. Quella in cui la parte emersa, che corrisponde circa al 5% dell’intera massa del ghiacciolo gigante, viene fatta corrispondere alla nostra razionalità, mentre il restante 95% immerso, rappresenta il nostro subconscio, come proporzione di potenza.

Ho'oponopono e ricchezza

Quindi come per ogni altra cosa, la strada è quella di assumersi la totale responsabilità della situazione in cui ci troviamo. Renderci conto che non c’è niente di sbagliato in essa e pulire tutto ciò che ci procura il disagio. “ScusaGrazieTiAmo”.

Unihipili è logico e prende ordini pertanto l’attività di pulizia costante ci alleerà al nostro bambino interiore, Unihipili (la parte sommersa dell’ice-berg). Che un po’ alla volta comincerà a remare nella direzione contraria al nostro disagio, aiutando quindi anche la nostra debole volontà. O forse sarà la nostra volontà che si adeguerà alla direzione presa da Unipihili, non ha importanza. La cosa importante è che in entrambi i casi raggiungeremo il nostro obiettivo: stare bene e piacerci.

Il male non esiste

Qualunque cosa ci accada, non è niente di male o di maligno o di sbagliato. Ma è sempre ciò che più ci serve e ciò che è più efficace per noi per raggiungere il nostro allineamento.

Non esistono nemici (nemmeno lucifero) ma solo alleati… Tutto piombo da trasformare in oro. Il trucco è comprenderlo

La maggior parte di noi è portata ad evitare e a ripudiare tutto ciò che ritiene “negativo”, ma in realtà anche il pensiero positivo a tutti i costi non è la strada più efficace da seguire.

 Reprimere non va mai bene proprion perchè Unihipili è logico e prende ordini

Il rischio è sempre quello di relegare e nascondere in profondità tutto ciò che non riusciamo ad accettare. Ottenendo così il risultato di dare origine a blocchi energetici non elaborati, che si cementano nel nostro subconscio. Realizzando quel bambino interiore arrabbiato e estremamente reattivo. Ricordiamoci lui non ragione, non ondera non discerne: è logico e prende ordini e se l’ordine che percepisce è quello di attaccare… lui attacca.

Fino a giungere a manifestare là fuori la proiezione di sé stessi non ancora armonici, nelle malattie o nelle disgrazie che ci travolgono.

Unihipili è logico e prende ordini per il quale ogni “male” è una memoria che non è stata elaborata o “perdonata” (perdonata nel senso di trasmutata, integrata), se vogliamo usare il linguaggio Ho’oponopono.

Il fatto che ne facciamo esperienza è la nostra migliore opportunità di dissolverla, guardandola, accettandola e comprendendola e il processo Ho’oponopono accelera anche questo tipo di meccanismo che ci conduce inesorabilmente alla guarigione.

Va tutto per il meglio e Unihipili è logico e prende ordini

Questi peggioramenti sarebbero accaduti comunque, magari in tempi più lunghi, ma molto probabilmente in modo più devastante perché l’incrostazione che è venuta a galla e che quindi comunque c’era dentro di noi, sia che noi facessimo Ho’oponopono o no, nel frattempo si sarebbe ulteriormente ingrossata e incancrenita. Perciò le cose vanno peggio? Non importa… avanti tutta! Siamo sulla buona strada!

Unihipili è logico e prende ordini ed è una buona cosa!

Forse ti può interessare la meditazione guidata in Mp3

“Contatto con il bambino interiore”

Tutti i dettagli QUI

SalvaSalvaSalvaSalva

Post Correlati

% Commenti (38)

Ci sto provando con impegno, non è sempre facile ma sono convinta che sia la cosa giusta e che presto accadranno miracoli nella mia vita.
Grazie

Silvia… ti dirò di più! Guarda bene perchè stanno già accadendo!

Buongiorno Giovanna.io pratico Ho ‘oponopono da anni ed è un metodo non facile da capire ma una volta entrati in questa dimensione, la pace, la serenità e la gioia sono assicurati. Siamo sempre noi che a seconda della posizione in cui ci mettiamo dinnanzi all’universo esso risponde.
Grazie di tutto.

Grazie Giovanna a riguardo della legge di attrazione sei una delle poche che seguo e i tuoi commenti sono sempre di buon auspicio. Credo che la meditazione aiuti e Hoponopono sia una pratica potente per cambiare in meglio la nostra vita. Grazie per le tue newsletter un grande abbraccio! Aloha!

<3

Io ci sto provando da pochi mesi, grazie al regalo di mia figlia , il libro tutto è uno e mi ha aperto il mondo in cui già credevo, ma, nonostante questo mio credere non riesco a contenere nervosismi, o alzamenti di pressione di fronte ad alcune persone. La strada è lunga ma ci credo e procedo, grazie Gio , ti seguo sempre xè voglio migliorare , grazie Rosanna

Buongiorno a tutti.
Condivido il pensiero di Panatta, bisogna andare oltre ciò che è meramente materiale.
Ho letto tutti i libri di Joe Vitale e anche “Chiedi e ti sará dato“.
Da quel libro ho preso spunto per evitare di restare attaccata al materiale e a proseguire un percorso più interessante per me.
E cosi mi ritrovo a conoscere gli articoli di Giovanna,sempre molto attenti a ciò che è il proprio cambiamento.
Ora mi manca il seminario,ma arriverà a tempo debito.
Grazie per queste utili discussioni,sempre molto attente ed equilibrate e per la Conoscenza che ci fornisci

Ciao, recito il mio mantra (mi dispiace, perdonami, grazie, ti amo) ogni giorno senza aspettative, oramai è diventato come lavarsi il viso la mattina, pulisco le mie memorie e cresco spiritualmente ogni giorno che passa! Forse il segreto è non aspettarsi niente di eclatante e immediato, semplicemente essere consapevoli che è la sua semplicità la formula vincente!
I cambiamenti sono arrivati eccome, io li ho accolti senza tante feste ma con la consapevolezza che la strada intrapresa era quella giusta; a volte abbiamo già quello che stiamo cercando ma non ce ne rendiamo conto, a volte diamo un valore a degli “oggetti” che valore non hanno! Stefano.
PS. Approfitto per salutare Giovanna che mi ha fatto conoscere Hoponopono e che mi guida costantemente con le sue newsletter…..grazie!!!!!

Forse il segreto è non aspettarsi niente… per vedere la meraviglia che già c’è! <3

Ciao Giò ! Dal punto di vista materiale è uno sfacelo ! Le mie intenzioni cercano ancora di nuotare controcorrente ! Mi aspetto la legnata in testa da un momento e l’altro ! Le tue parole sono molto istruttive , come mi piacerebbe abbandonarmi al flusso benefico della Vita smettendo d’impuntarmi o aggrapparmi a ciò che non è più ! Un abbraccio !!!!!!!

IlDR Hew Len ti direbbe: Just do it!

Ogni giorno è una continua sfida al migliorarsi cercando di lasciare andare….ogni giorno ringrazio per quello che ho! I risultati ora riesco a riconoscerli, cerco di non giudicarli e di accettarli….
E’ dura ….. ma posso farcela!
Un abbraccio a Giò che sa aspettare!!!
ketty

grazie giovanna,

Da quando ho iniziato questo percorso il mio obbiettivo erano le aspettative, mi aspettavo che qualcosa di diverso cambiasse la mia vita. Oggi posso dire con assoluta certezza che quello che mi serve è soltanto il PERCORSO, a 360 gradi, non ho più nessun obbiettivo se non quello di crescere aumentando la mia consapevolezza, e questo è quello che sta accadendomi. La felicità è soltanto una conseguenza. Ogni giorno è un giorno nuovo. Buona Vita a tutti!
Roberto

Grazie anche per questo articolo. Il “pensiero positivo” non mi ha mai del tutto convinta, soprattutto conoscendo e frequentando persone che lo sbandierano, come fosse uno slogan neanche troppo ben confezionato. Ho sempre percepito la presenza di un gap, fra ciò che queste persone dicono e quello che sotto sotto, magari anche ben nascosto, continuano a pensare.
In sostanza, ho sempre visto i “io penso positivo” come un lenzuolo steso sopra le proprie ombre, come un modo per negare a se stesse l’esistenza di un qualcosa difficile da accettare.
Ma io credo, che il trucco non stia nel colorare di bianco il nero, ma nel trasformare, poco alla volta il nero in bianco, accettando tutti i passaggi e le sfumatura, senza rinnegare nulla.
Difficile, molto difficile. Ritengo gli articoli di Giovanna come un faro che possa guidarci lungo questa strada, dove cadere nelle trappole è oltremodo semplice e naturale anche.
ScusaGrazieTiamo

Ti ho conosciuta più di un anno fa…ho letto anche dei tuoi libri che mi hanno aperto un mondo…e devo dire che di cambiamenti ne ho avuti…eccome se ne ho avuti…cerco di accettare le cose negative che mi arrivano(che negative non sono) come la cosa giusta per me…

Ti ringrazio Gió
Scusa Grazie Ti amo

Grazie Giovanna per i tuoi libri e per i tuoi post, ti ho conosciuta qualche tempo fa ad una conferenza a Milano. Io provo a recitare il mantra, ma non riesco sempre ad essere continuo! E mi creo aspettative!

Continua a recitare il mantra… per le aspettative comprendi che Tutto è Amore e spariranno da sole!

Ciao ,anch’io ho delle aspettative .vorrei che i miei genitori fossero affettuosi e dimostrassero amore ,stima verso di me e riconoscenza verso Dio. Invece sono depressi e frustrati ,sempre rancorosi tra di loro come coppia .io sento il loro dolore e ne vengo risucchiata da dolore e il rancore è entrato a far parte della mia vita .non accetto e non capisco perché la mia famiglia d’origine compreso del mio unico fratello maggiore mi abbiano causato queste ferite .io perdono sempre però vorrei che loro mi chiedono scusa .perdonare a senso unico mi è diventato difficile… Scusate lo sfogo grazie per quel che fate!!!

Semplicemente Grazie

? come non bagnare i piedi nei giorni di pioggia

Grazie Giovanna trovo tutto molto interessante e ti seguo da anni, anche se finora non ho ricevuto nessun beneficio praticando Ho-oponopono………..un abbraccio

Io sono nel processo di pulizia….avevo troppe memorie nascoste…ero un blocco totale….diciamo che mi sto risvegliando…..e qualche blocco se ne e andato….e ogni giorno mi sento meglio…ne traee vantaggio anche la mia famiglia…..Grazie Ti amo!

Ne trae vantaggio tutta l’umanità! Tutto è Uno! <3

Grazie Giovanna , da quando ti ho conosciuta a Treviso, vivo con il sole nel cuore ! Ogni giorno è uno splendido giorno , indipendentemente da quello che succede ? Quello che succede fuori di me lo vedo con occhi diversi . Un abbraccio

Ciao Giò, la pratica di autoguarigione con Ho’oponopono è costante, mi ha aiutata tantissimo in momenti davvero difficili. Ora forse sono a un punto cruciale, davanti alle mie paure più profonde, che si manifestano, creando dolore interiore..E vorrei subito un risultato, una soluzione, ma so che i tempi e i modi del Divino sono ben diversi da ciò che posso desiderare.. a volte perdo il senso del tutto, ma continuo con il mantra! Come si dice “barcollo ma non mollo” certa che le cose al momento opportuno andranno al posto giusto. Grazie un abbraccio Gabriella

Prendersi il 100 per 100 delle responsabilità di ciò che accade nella nostra vita e ripetere il mantra senza aspettative…che dire? Ho oponopomo È una bacchetta magica nelle nostre mani…potenziata dalla gratitudine per ciò che già abbiamo

responsabilità??? ho le idee confuse

Anna se vuoi chiarirti prova a dare un’occhiata a questi articoli: https://www.giovannagarbuio.com/tag/responsabilita-al-100/

Ciao Giovanna , in materia di spiritualità ,non è consigliato parlare ,ma Ascoltare e leggere. Come la lingua gusta il cibo ,le orecchie le parole, il naso filtra l’aria ,la mente discerne ,il cuore valuta.

Il Cristiano, unità multipla, facilmente si distoglie dall alto ideale , io seguo :

Omraam Mikhaël Aïvanhov e, Sri Sathya Sai Baba qotidianamente il loro pensiero ……Tu non sei da meno , come anche la mia mente cosmica, ma è ancora presto per noi. Ma ci troviamo nel giusto e luminoso percorso ,un abbraccio fraterno.

Grazie 1000 Giovanna. mi sono salvata questo documento e l’ho trasformato in PDF (l’ho inviato poi ad alcune mie care amiche in difficoltà). Credo sia la sintesi di tutto ciò che sento e che perseguo da anni: in poche semplici pagine descrive TUTTO! Ritengo infatti che, in concetti dello stare in presenza (Qui e Ora), lasciar fluire senza particolari aspettative ma semplicemente vivere, praticare Ho’oponopono con apertura e positività, non idealizzare la Lda ma prendere la parte buona capendone i limiti, siano alla base del nostro percorso verso l’amore e la gioia, ma senza aspettare altre dimensioni o reincarnazioni, ce la possiamo fare su questa terra, se sono convinta!!! Grazie, Perdonami, Ti Amo. Con amore Patty

Grazie Giovanna! Ogni singola parola, ogni concetto risuona in me. E’ proprio il mio percorso quello che tu e Andrea Panatta avete reso vivo con parole e concetti apparentemente semplici ma profondamente comprensibili!
Ho riconosciuto il mio percorso nel vostro e ciò rafforza il mio sentire, il mondo delle cose in cui credo, faticosamente costruito sulle macerie(a cui sono immensamente grata) delle passate credenze, delle mille esperienze tra i sentieri della spiritualità… E’ proprio vero… Semplificare è la parola chiave, con AMORE, che non vuol dire banalizzare ma ricondurre tutto all’UNO!
Grazie per aver dato una meravigliosa forma a tutte le cose che ho dentro.
Pina

Buongiorno Giovanna e GRAZIE per gli insegnamenti che doni. Praticare Ho’oponopono, per me, è una carezza quotidiana all’anima. Mara

Una delle cose più importanti che ho sperimentato, seguendo il tuo percorso, cara Giovanna, è stata proprio l’incontro con la bambina interiore. Già da tempo avevo preso coscienza che qualcosa, dentro di me, stava remando contro, sabotando tutti i miei progetti e le mie intenzioni, anche le migliori. Ora, quella parte di me, ce l’ho davanti agli occhi, chiara come un libro aperto. Stiamo imparando a conoscerci, ad aiutarci, a piacerci…. stiamo imparando a collaborare…. stiamo imparando ad amarci…. Lei, la bambina interiore, relegata in un angolo, sola e sofferente, spaventata e disprezzata, aveva solo bisogni di essere riconosciuta, ascoltata ed amata… proprio come me… Non sento più quella spaccatura, fra ciò che desidero e ciò che effettivamente accade, perché sto creando la mia integrità, per la prima volta, ed è un’esperienza incredibile, un viaggio meraviglioso, che vale tutti gli sforzi fatti fin’ora… grazie di cuore.

Grazie mille Giovi, per Tutto ciò che insegni. Effettivamente è proprio così come tu descrivi. Anche se io ho sempre apprezzato il bello nel brutto, le piccole cose, i piccoli traguardi. Mi sono lasciata andare alle emozioni senza smettere di recitare il mantra che dona comunque serenità. E oggi stanno arrivando i primi obiettivi, e sento che più il mantra si recita con costanza determinazione, seguendo il tuo blog, i tuoi articoli e osservandoci, più aumenta la percezione della perfezione nella realtà.
Convinta che nella vita vince non chi comincia ma chi persevera.

Ciao Giovanna
da quando ho iniziato a seguirti qualcosina nella vita difficile sta cambiando, non ti nego che è un pò difficile ma piano piano ci riuscirò..
Patrizia

Giovanna intanto ti ringrazio per il tuo lavoro, ti seguo silenziosamente da un po’, stanca di stare male, stanca di tutti i tentativi fatti, stanca delle lotte con me stessa, (questa la dovevo mettere al primo posto, mia responsabilità al 100%), sto cedendo ad ho’oponopono, lo sento affine nonostante le resistenze della mia bambina interiore, che con i miei tempi sto ascoltando e piano piano ripulendo. Cmq grazie i tuoi messaggi arrivano sempre al momento giusto.

Molto molto bello e interessante, come sempre!..Grazie

non fa una grinza
grazie gio

Leave a comment