Giovanna Garbuio

Ho’oponopono e gli animali è sempre una questione di Amore

Ho’oponopono e gli animali

è parte del concetto di Ohana

Riguardo al tema di Ho’oponopono e gli Animali la domanda è stata: Ma gli animali hanno un’anima?

hooponopono e gli animali come li trattiamo?
Ho’oponopono e gli Animali

La risposta è stata: Tutto è Anima, perchè quindi gli animali non dovrebbero essere parte del Tutto come ogni altra cosa. Anche i sassi sono Anima…. figuriamoci gli animali. Con tutto l’Amore che sono capaci di dare non possono che essere parte pura dell’Essenza!

Se tutto è Uno anche i sassi fanno parte dell’Uno e perciò hanno “un’anima” o la scintilla divina o la Luce o la bellezza come vogliamo definirla…. Ogni cosa è la miglior cosa, proprio perchè il meccanismo è questo!

Gli animali hanno un’Anima

Lo dice la parola stessa! Gli Anima-li hanno ovviamente un’Anima!

Alcune teorie dichiarano che l’Anima degli animali sia diversa dalla nostra. E’ un’anima di gruppo, per questo forse non sempre gli viene riconosciuta. L’anima collettiva prende forma nel singolo individuo, per evolvere dall’impersonale all’individuale.

L’anima di ogni animale dunque sarebbe un’Anima collettiva, che attraverso il singolo animale, vive le esperienze terrene, come tutti noi. L’Anima collettiva fa tesoro di ogni esperienza, in modo da far evolvere l’individuo e la collettività. Infatti tutti gli animali sono profondamente collegati gli uni agli altri. Basta fare caso a certe reazioni premonitrici che gli animali hanno.

Così l’anima collettiva animale ha la possibilità di fare esperienza di una gamma enorme di situazioni diverse, in quanto le forme fisiche degli animali sono tantissime.

Per esempio un gatto abituato a vivere sul divano di casa avrà un certo tipo di esperienza fisica. Un giaguaro nella jungla ne avrà una piuttosto diversa. Ma entrambe contribuiscono all’evoluzione della medesima anima collettiva.

Personalmente penso che anche l’umanità abbia un’anima collettiva, e che quest’ anima collettiva umana sia un tutt’uno con l’anima collettiva animale, ma questo è un altro discorso.

Dando dei nomi ai nostri animali, trattandoli con rispetto e come esseri singoli, con carattere ed esigenze specifiche, aiutiamo l’anima collettiva a diventare più grande e più bella.

Quando i nostri amici se ne vanno, portano con se tutto l’Amore che abbiamo saputo/potuto dargli ed è questa la spinta evolutiva più grande.

Ho’oponopono e gli Animali è Amore

hooponopono e gli animali il gatto
Ho’oponopono e gli Animali

Nella nostra vita facciamo esperienze di ogni tipo per imparare ad Amare e per riconoscere l’essenza dello Spirito ovunque attorno a noi. Così presto o tardi giungiamo alla conclusione che ogni cosa è viva e che come noi ha registrato, nella sua vita, delle memorie gestite da un Unihipili e regolate da un Aumakua.

E questa convinzione è molto ben radicata nello spirito di Aloha degli Hawaiani, ma anche nel Kanyini aborigeno o nell’Ubuntù africano, solo per fare degli esempi. Noi siamo un’unica famiglia (Ohana) con tutte le cose, con tutta la natura, con tutti gli animali, ma anche con le pietre, i metalli e tutti gli inerti.

Ho’oponopono e gli Animali – Perchè i cani (i gatti ecc…) vivono meno delle persone?

Testimonianza tratta dal web

hooponopono e gli animali bambino che abbraccia un cane
Ho’oponopono e gli Animali

Sono un veterinario. Un giorno mi chiamarono per esaminare un cane irlandese di 13 anni chiamato Belker🐺, che stava molto male.

La famiglia del cane👨‍👩‍👦, Ron, sua moglie Lisa e il piccolo Shane di 6 anni, erano molto uniti a Belker e desideravano un miracolo per il loro amico.

Ho visitato Belker e ho capito subito che stava morendo di cancro.
Ho detto alla famiglia che non potevo fare niente per lui e
mi sono offerto di eseguire la procedura di eutanasia a casa loro.

Il giorno dopo mi recai a casa loro per portare a termine l’operazione e sentii un groppo in gola quando vidi Belker circondato dalla famiglia.👨‍👩‍👦🐺

Shane sembrava così tranquillo, mentre accarezzava il cane per l’ultima volta, e mi chiedevo se avesse capito cosa stava succedendo. Entro pochi minuti Belker si sarebbe addormentato pacificamente per non svegliarsi mai più. Ma il bambino sembrava accettare la condizione di Belker senza difficoltà.

Ci sedemmo per un momento e ragionavamo sul perché la vita dei cani sia più breve di quella degli esseri umani.

Shane, che aveva ascoltato attentamente, ha detto: ”io so perché.

Quello che disse dopo mi meraviglio moltissimo. Non ho mai sentito una spiegazione più confortante e condivisibile di quella. Quel momento ha cambiato il mio modo di vedere la vita e il mio modo di essere veterinario.

Shane ha detto: ‘‘La gente viene al mondo per imparare a vivere una bella vita, come amare gli altri tutto il tempo ed essere una brava persona, giusto? Beh, visto che i cani sono nati sapendo già come fare tutto questo, non devono restare a lungo come noi. Loro vengono qui a mostrarci come fare, e poi tornano a casa.❤️

Tratto liberamente dal web

Quando i nostri animali tornano a casa

Come per gli esseri umani naturalmente anche per gli animali la morte” non è altro che un passaggio dimensionale, da uno stato ad un altro. La nostra essenza rimane intatta, ci liberiamo solo del nostro corpo, quello strumento che si è rivelato tanto utile nel soggiorno nella dimensione terrestre. E che dopo il passaggio, perde qualunque tipo di utilità.

C’è un ponte che collega questo mondo all’altro … E’ pieno di tutti i colori dell’arcobaleno! Lo attraversiamo per venire qui… e di solito per tornare a casa.

Questo ovviamente vale per noi e allo stesso modo identico per gli animali. Perchè questo percorso, in andata e in ritorno, lo compiamo noi umani e lo compiono i nostri amici a quattro zampe! Che in quanto esistono sono, come tutto il resto, parte integrante dell’Uno, nè più nè meno come noi.

Presto supereremo l’inconsapevolezza con Ho’oponopono e gli Animali

hooponopono e gli animali cane e gatto
Ho’oponopono e gli Animali

Un giorno non molto lontano, quando finalmente avremo imparato a far funzionare volontariamente le nostre capacità di connessione, saremo in grado di comunicare con i nostri cari, che hanno lasciato il loro corpo.

La morte sarà finalmente superata, nella concezione tragica che ne abbiamo ora.

Impareremo finalmente a vivere con la coscienza dell’immortalità (che probabilmente gli animali, come i bambini piccoli, hanno già anche in vita) e questo aggiungerà colore e bellezza alla nostra vita.  

La morte così considerata diventerà ad ogni effetto ciò che effettivamente è:  il prologo di una nuova esperienza vivente profonda e importante, almeno quanto il nostro soggiorno terrestre.

Libertà dalle limitazioni attraverso Ho’oponopono e gli Animali

Sarà semplicemente il momento in cui ci libereremo dalla limitazione. E finalmente non solo crederemo (come tutte le religioni insegnano) che la morte  è  un interludio, un passaggio di trasmutazione, ma proprio lo sapremo, lo sperimenteremo consapevolmente e lo somatizzeremo a tal punto da spogliare questo avvenimento da qualunque caratteristica drammatica o traumatica di cui nei millenni l’abbiamo rivestito.

Le tradizioni ancestrali

In molte tradizioni esoteriche la cerimonia del “funerale” è vissuta come una festa (come noi facciamo per una nascita). Anche la nostra cultura ci parla esplicitamente di vita eterna e di ritorno a casa, ma normalmente è un rito esteriore che non riusciamo a vivere realmente, perchè nel migliore dei casi siamo sempre accompagnati dal velo di tristezza e di malinconia che le nostre credenze più radicate ci “impongono“.

Secondo le idee occidentali, la morte è l’antitesi della vita. Vita e morte sono due termini diametralmente opposti, senza alcuna attinenza, assolutamente antitetici.

Per esempio in Oriente, taoismo e confucianesimo considerano la vita e la morte in stretta relazione tra loro, come due stadi necessari della vita universale sulla Terra, e della vita individuale degli esseri.

Le espressioni che noi usiamo più comunemente per sostituire la parola “morte”, sono, tra le altre:

  • Sonno eterno
  • Partenza senza ritorno
  • Oblio definitivo

Il Taoismo usa invece per designare la morte, espressioni che significano precisamente il contrario

  • “Il Ritorno”, intendendo il ricominciare a vivere
  • “Il gran risveglio”, alludendo alla vita riguardata come tutta un grande sogno.

La natura magica della Vita con Ho’oponopono e gli Animali

hooponopono e gli animali bambino e cane
Ho’oponopono e gli Animali

Veniamo addestrati fin da piccolissimi a dimenticare che dobbiamo morire. Ciò naturalmente dà un certo sollievo alla paura dell’ignoto che pure abbiamo appreso. Tuttavia ci richiede il prezzo altissimo di dimenticare anche la natura magica della vita.

Arriveremo davvero a vivere il momento del passaggio dei nostri cari con la gioia tipica e con l’emozione travolgente che ogni nascita comporta! Impareremo ad essere davvero felici per chi “ci lascia consapevoli del fatto che non ci ha lasciato affatto!

La morte non esiste

hooponopono e gli animali - Gas
Gas: un grande cuore pieno d’Amore vivo!

La vita continua incessantemente, per i tempi dei tempi. Semplicemente, cambia forma.

Il nostro dolore davanti alla morte nasce perchè vediamo sempre qualcun altro che muore, e osserviamo sempre e soltanto la morte dall’esterno. Ne scorgiamo la superficie: gli occhi che si chiudono, un corpo che diviene rigido, ma rimaniamo lontani dalle sue profondità. Per noi la morte è la più grande ingiustizia, mentre, invece, per chi la incontra è una profonda esperienza di Vita.

Del resto ognuno di noi se tornasse indietro, o se ne avesse nuovamente la possibilità, si prenderebbe cura dello stesso animale con cui ha condiviso la sua strada.

Perciò è evidente

l’Amore vale immensamente più del dolore!

Ho’oponopono e gli Animali

hooponopono e gli animali

Approfondisci QUI

Giovanna Garbuio

Mi chiamo Giovanna Garbuio non mi piace definirmi, ma se proprio lo devo fare direi che sono una libera pensatrice. Sono inciampata nel 2008 su ho'oponopono e l'ho subito identificato come la via per lasciar andare tutte le domande! Sono stata la prima a scrivere qualcosa di strutturato su Ho'oponopono in Italia.  Sono entrata in contatto con la cultura Hawaiana dunque, quando ancora in italiano non c'era letteratura e quella poca che c'era era per lo più fuori stampa e quindi non più disponibile.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Tutti gli insegnamenti Ho'oponopono

I testi e i corsi più importanti in Italia sulla spiritualità Hawaiana

Viaggi nei mondi interiori

Un percorso guidato attraverso cui lavorare nel nostro mondo interiore per trasformare la realtà esterna in cui viviamo

×

WhatsAPP Chat Giovanna Garbuio

× Hai bisogno di aiuto?