Il potere di maschile e femminile in coerenza

Il potere di maschile e femminile in coerenza -> Integrare maschile e femminile

Principio maschile e femminile

Il potere di maschile e femminile

Ho’oponopono è bilanciamento, equilibrio. Una società bilanciata tra Il potere di maschile e femminile è una società potente

Personalmente ho sempre fatto fatica a scrivere o a parlare del femminile. Perché́ tendenzialmente quando si legge di questi argomenti, c’è sempre uno sbilanciamento verso il maggior valore del femminile nei confronti del maschile …

Forse cercando di rendere alla donna tutto quello che le è stato tolto nei secoli di patriarcato.  Il maschile e il femminile sono valori che funzionano solo se all’interno di un equilibrio bilanciato. Il futuro del mondo non è nelle mani o nell’accoglienza o nella femminilità̀ delle donne.

Il futuro del mondo è nel maschile e femminile in coerenza

La Via del Fare non deve sparire, ma essere riunita alla Via dell’Essere: questo renderà il nostro agire intriso d’Amore.​​

Alessandro Baccaglini

Il futuro del mondo è nell’equilibrio tra Il potere di maschile e femminile, nel rispetto reciproco, nelle pari opportunità̀ a uomini e donne. Le cose funzioneranno meglio quando finalmente le donne potranno liberamente crescere i loro figli e fare carriera e gli uomini separati non si vedranno togliere i figli di default.  Mi rendo conto che il discorso è un po’ demagogico, ma credo sia comprensibile il punto.

La questione è, a mio avviso, che finchè non comprenderemo che gli uomini e le donne possono fare le stesse cose, anche se in modo differente, ma che il modo differente porta solo ricchezza e conduce comunque al traguardo, non andremo lontano nell’evoluzione sociale.  E con questo intendo non solo che una donna può fare tutto ciò che può fare un uomo, ma che anche un uomo può fare perfettamente tutto ciò che può fare una donna.  

Le quote rosa

La donna vale tanto quanto l’uomo, non di più e non di meno e il bisogno di essere salvaguardata non farà altro che manifestare altre situazioni di bisogno di essere salvaguardata.  Riguardo il potere di maschile e femminile non sono mai stata favorevole alle quote rosa. L’ho sempre trovato “umiliante”, ma soprattutto fuorviante. Io non vorrei mai avere un posto perché sono donna. Io voglio quel posto perché me lo merito.

E’ un po’ come il razzismo al contrario a cui ormai si assiste spesso. Io non voglio maggiori opportunità rispetto al mio merito, ma ovviamente voglio le giuste e corrette opportunità rispetto al mio merito. Ed è evidente che oggi non siamo in questa situazione: il potere di maschile e femminile sono sbilanciati. Ma non è rovesciandoci dall’altra parte il potere di maschile e femminile che sistemeremo le cose.

Dio o Dea?

Qualunque sia la nostra posizione nei confronti del concetto di “Dio”, viene molto più spontaneo pensarlo “al maschile“. E questo la dice lunga su il potere di maschile e femminile. Tuttavia negli ultimi anni si parla sempre di più della componente cristica femminile e sono tornate alla nostra attenzione le figure rappresentanti la madre cosmica quali  Iside, Ishtar, Gea, Shakti, la Divina Sofia, Maria Maddalena.

Il sacro principio femminile richiede e recupera il suo spazio. E questo è un gran bene fino al momento in cui non ci si sbilancia dall’altra parte convincendosi che il femminile sia meglio del maschile, che il futuro sia nelle mani delle donne ecc… Il potere di maschile e femminile è efficace solo in equilibrio.

Il futuro è nelle mani delle donne … e degli uomini in coerenza ed armonia.

Tuttavia è innegabile che la parte femminile del creato negli ultimi millenni sia stata pesantemente adombrata dando origine a quello sbilanciamento che ha costretto le donne a diventare femministe appunto, a considerare la giornata della donna un giorno di lotta anzichè di festa… è uno dei meme che mi è arrivato oggi. Per capirecome siamo messi riguardo il potere di maschile e femminile.

La rinascita della saggezza del femminile

Ma la saggezza femminile in realtà non ha mai smesso di abitare la Terra e di impregnare tutto il mondo materiale. Ce la siamo dimenticati e come per diverse altre cosucce ci siamo scordati di darle la necessaria attenzione. Perciò sì. Oggi è indispensabile recuperare quella saggezza che è la voce della Dea in ognuno di noi (uomini e donne) che si realizza nella nostra capacità di percezione, quello che definiamo il nostro sentire in contrapposizione al capire. Dove però capire e sentire danno vita all’unico atteggiamento efficace che è il comprendere.  

Perciò certo è indispensabile una rinascita basata su quella parte di noi che abbiamo ancestralmente represso e tale rinascita, stando le cose come sono, non può che essere diretta da quella capacità tutta femminile (ma che ovviamente possiedono in larga misura anche gli uomini) che è la nostra potenzialità di sentire, la nostra ispirazione sensitiva. In questo sta il potere di maschile e femminile.

Un azione comprensiva e ispirata

La forza di controllo generata dalla razionalità pura e semplice, se lasciata a se stessa come abbiamo fatto per secoli conduce al caos di cui in tantissimi ambiti siamo testimoni.  Se invece la razionalità maschile viene integrata e affiancata al  sentire femminile, l’azione diviene un’azione comprensiva che manifesta il nostro enorme potere creativo. Le saggezze esoteriche più antiche erano ben consapevoli dell’importanza fondamentale dell’armonia derivante dal corretto equilibrio dei due princìpi, maschile e femminile.

Per recuperare il potere di maschile e femminile, la mente deve tornare al suo posto, non deve essere eliminata. La mente mente se le si permette di esondare, altrimenti la mente come fedele servitore della totalità dell’Io, , in coerenza con il cuore, è uno strumento indispensabile alla realizzazione dell’armonia. Allo stesso modo è altrettanto vero viceversa. Il cuore deve trovare il suo spazio, ma il suo spazio, non andare oltre.

Perché il cuore mente altrettanto della mente se gli si permette di esondare. Il cuore come fedele servitore della totalità dell’Io, , in coerenza con la mente, è uno strumento indispensabile alla realizzazione dell’armonia.

Lo squilibrio porta comunque disarmonia

Il potere di maschile e femminile

Il principio maschile non può più essere il despota che determina le regole, ma non è dando lo scettro tirannico del comando al principio femminile che sistemeremo le cose, che recupereremo l’armonia. Il principio femminile è indispensabile ad intercettare l’ispirazione attraverso la sua capacità di sentire, e il principio maschile contemporaneamente è il buon servitore che ci suggerisce come trasformare l’ispirazione sentita in azione pratica efficace.

La mente determina come realizzare ciò che il cuore vuole. Il  segno della Croce che quasi tutti noi realizziamo in maniera automatica ha proprio questo profondo significato: la Mente (Testa) connessa al Cuore (Petto), si realizza nell’Azione (Spalle e quindi braccia che agiscono).

Dobbiamo ritornare tutti, uomini e donne, a restituire il giusto spazio ad entrambi i principi in equilibrio tra loro. Il maschile utilizzi il suo sacro potere di forza e ingegno per trasformare in azione il sacro potere femminile del desiderio ispirato.  Perciò impariamo ad agire, ogni circostanza per il fatto stesso che ci coinvolge richiede la nostra zione (questa è la grande potenza e consapevolezza di Ho’oponopono), ma contemporaneamente rimaniamo consapevoli e presenti nella nostra azione che deve derivare da domande del tipo: 

  • Cosa sento?
  • Cosa voglio?
  • Cosa desidero?
  • Cosa mi piace?

La traduzione del corpo

Solo così l’azione potrà essere coordinata tra mente e cuore nella direzione di ciò che sentiamo. Allontanandoci da ciò che non vogliamo. Dove però tale volere sarà puro e autentico e non determinato dalla sporcizia delle memorie. E questo è il lavoro da fare… l’allenamento quotidiano quello di imparare a distinguere tra ispirazione e istinto, operazione che possiamo portare a termine solo con mente e cuore in coerenza solo con maschile e femminile in armonia e in equilibrio.

Il corpo è in armonia con la scelta proposta

Cosa ti fa sentire il tuo corpo mentre ti accosti a quella persona, mentre scegli di affrontare quella situazione, come sta il tuo corpo quando fai determinati pensieri? Come sta il tuo corpo quando ti focalizzi su una determinata scelta?  È rilassato? E’ disteso? E’ armonico? Il respiro è fluido? La postura è morbida? E’ simmetrica?

Il corpo non è in armonia con la scelta proposta

È teso? I muscoli si contraggono? Il respiro è forzato o irregolare? Le spalle tendono ad essere curve, asimmetriche? C’è un peso nello nello stomaco, o nel petto o nella testa?

  1. Entro in uno stato di Presenza
  2. Mi focalizzo sulla questione da analizzare
  3. Osservo il mio corpo
  4. Ascolto il messaggio del mio corpo

Le due potenti invocazioni Wicca

La Wicca adora la Dea e il Dio in questi termini:

La Dea

Io sono la Grande Madre, venerata da tutte le creature
e in essere prima che esse prendessero coscienza.
Sono la forza femminile premeva, illimitata ed eterna.
Sono la casta Dea della Luna, la Signora di ogni magia.
I venti e il fruscio delle foglie cantano il mio nome.
Porto la Luna Crescente sulla fronte e i miei piedi
Poggiano sui cieli stellati.
Sono un campo che l’aratro non ha toccato.
Gioite in me e conoscete la pienezza della gioventù.
Sono la Madre benedetta, la graziosa Signora del raccolto.
Indosso la meravigliosa profonda composta della Terra
E l’oro dei campi ricolmi di grano.
Le maree della Terra governo; ogni cosa raggiunge
La maturazione in base alle mie stagioni.
Sono rifugio e guarigione. Sono la Madre che dona la vita,.
Meravigliosamente fertile.
Veneratemi come Anziana, latrice del ciclo
Ininterrotto di morte e rinascita.
Sono la ruota, l’ombra della Luna.
Governo le maree di donne e uomini e arreco sollievo
E rinnovamento alle anime stanche.
Benche’ l’oscurita’ della morte sia ilmio regno,
la gioia della nascita e’ il mio dono.
Sono la Dea della Luna, della Terra, dei Mari.
Innumerevoli i miei nomi e i miei poteri.
Infondo magia e potere, pace e saggezza.
Sono l’eterna Fanciulla, Madre di ogni cosa,
e l’Anziana dell’oscurita’.
A voi le mie benedizioni di infinito amore.

Il Dio

Sono il radioso Re dei Cieli, inondo la Terra di calore
e incoraggio i semi nascosti della creazione a manifestarsi.
Sollevo la mia lancia spendente per illuminare
la vita di tutti gli esseri
E ogni giorno riverso il mio oro sulla Terra,
mettendo in Fuga i poteri delle tenebre.
Sono il Signore delle bestie selvagge e libere.
Corro con l’agile cervo e come un falco sacro
Mi libro nel cielo spendente.
Le antiche foreste e le terre selvagge irradiano i miei poteri
E gli uccelli dell’aria cantano la mia santita’.
Sono anche l’ultimo raccolto,
grano e frutti offro sotto la falce del tempo,
sicche’ tutti possano essere nutriti.
Perche’ senza semina non puo’ esservi raccolto;
senza inverno nessuna primavera.
Veneratemi come il Sole della creazione dai mille nomi,
lo spirito del cervo cornuto nella foresta, il raccolto senza fine.
Osservate la mia nascita, morte e rinascita
Nel ciclo naturale delle feste,
e sappiate che tale e’ il destino di ogni cosa creata.
Sono la scintilla di vita, il Sole raggiante,
il latore di pace e riposo,
e mando i miei raggi di benedizione
a riscaldare i cuori e rafforzare la mente di tutti.

Cuore e mente in coerenza: un esercizio pratico

Per concludere questo ragionamento su il potere di maschile e femminile, ecco un potente esercizio di Rollin McCraty per entrare in coerenza encefalo cardiaca:

Il sistema Freeze Frame consiste in 3 passi:

  1. Si identifica la situazione e si comincia a diventare consapevoli di quello che sta succedendo.
  2. Si inizia a fare una respirazione profonda che parte dal cuore. Per fare questo dobbiamo immaginare che l’aria entri ed esca dal cuore. Se si inspira per 5 secondi e si espira per 5 secondi in questo modo, si avvia il processo di armonizzazione.
  3. L’altro ingrediente fondamentale del processo è quello di attivare un’emozione positiva. La più consigliata è quella di apprezzamento. E bisogna proprio sentirla. viverla questa emozione.

Tutta la descrizione approfondita del suo studio la potete trovare in questo libro

E se vuoi fare un percorso di allineamento e centratura potente

% Commenti (10)

Giuseppina Pedretti

Le parole scritte e le vostre parole ‘parlate’ sono state una calda bevanda che è scesa nel mio cuore e mi ha completamente ‘invasa’! Non un concetto è risultato lontano da me e non condivisibile. Tutto quello che avete detto è proprio quello che ho sempre avuto nel cuore e nella mente. Anche il vostro interlocutore, Piero, ha ragione nel sottolineare la preponderanza, oggi, dell’uso della mente, e anche tu Giovanna hai ragione nel dire che neanche il solo intuito può bastare a riequilibrare una situazione sbilanciata dalla notte dei tempi… E allora? Allora sono d’accordo con te ancora una volta: il cambiamento vero, la rivoluzione profonda è individuale sia per le donne che per gli uomini e sarà perciò un processo lento ma ineluttabile. Cambiamo noi stessi e d’incanto il mondo intorno cambierà. Ci arriveremo…! Grazie davvero a voi

Giuseppina grazie con tutto il cuore di esserci!

Da sempre sostengo la parità delle persone! In quanto tali a prescindere dalla razza sesso ideologia o qualsiasi altra cosa, possiamo tutti essere e fare tutto…. il problema nasce quando c’è disarmonia col resto, non rispetto, giudizio, disprezzo…
Credo fortemente che considerando tutti solo persone sia più facile.

La penso esattamente come te! ❤️ Grazie 😊

Complimenti, condivido tutto quello che è stato detto e scritto, perchè solo nell’equilibrio c’è armonia, rispetto, centratura, ricchezza. Mi affascina la parola gentilezza, che rende forti chi la pratica e porta luce e amore nel mondo. Grazie per tutto quello che ho ascoltato e letto, e per diffondere nell’Universo Amore e Armonia, con infinita gratitudine.
Anna Maria

Grazie a te Anna Maria per contribuire a realizzare questo equilibrio ❤️❤️❤️

Ciao Giovanna, ti ringrazio sempre per tutto ciò che mi invii, argomenti sempre molto interessanti che riesco a leggere negli strascichi di tempo delle mie impegnative giornate di lavoro, per me l’uomo e la donna, non hanno nessuna diversità, nel senso, non c’è più forte o meno forte, non c’è più sensibile o meno sensibile, ho conosciuto e conosco donne con sensibilità zero e uomini di una sensibilità infinita, per cui il mio concetto è questo: gli uomini e le donne sono fatti della stessa anima e spirito, poi il Karma influenza i loro comportamenti e i loro pensieri se non sono allineati possono formare una persona uomo o donna che sia in modo non consone all’approccio con gli altri.
Un abbraccio di luce a te!

Grazie Monica per il tuo contributo e ricambio il tuo abbraccio con tutto il cuore

Grazie 💜🙏
Parole illuminanti!

Grazie per contribuire 💜 💜 💜

Leave a comment