Hew Len e Ho’oponopono

Hew Len e Ho’oponopono vediamo insieme il suo percorso.

Morrnah Nalamaku Simeona e Ihaleakala Hew Len

Ihaleakala Hew Len e Auntie Morrnah

Il Dr. Stanley Ihaleakala Hew Len è il discepolo più famoso e conosciuto della Kahuna Lapa’au Morrnah Nalamku Simeona, colei che ha modernizzato il processo Ho’oponopono per un utilizzo individuale dello stesso.

Ihaleakala ha osservato le potenzialità dell’applicazione del processo Ho’oponopono prima di tutto su se stesso e sulla sua famiglia.

Quando sua figlia sperimentò, per più di dieci anni, un gravissimo fuoco di S.Antonio, il Dr. Hew Len si rivolse con successo ad Aunty Morrnah Nalamku Simeona.

Oh, gente dovevate venirmi a fare visita

Era il 1971 in Iowa che mi sono innamorato per la seconda volta. La cara M, la nostra figlia, era nata.


Quando osservavo mia moglie prendersi cura di M, mi sentivo sempre più innamorato di entrambe. Avevo due meravigliose persone da amare adesso.


Dopo aver finito la scuola superiore nello Utah, quell’estate, mia moglie ed io avevamo due scelte: o ritornare a casa alle Hawaii o continuare l’apprendistato come diplomato nell’ Iowa.


Quando cominciò la nostra vita nello Stato Hawkeye, ci colpirono immediatamente due problemi. Il primo, M non smise mai di piangere da quando la portammo a casa dall’ospedale!


Il secondo è che fu il peggior inverno nella storia dell’Iowa. Al mattino per settimane dovevo dare un calcio alla porta d’ingresso da dentro del nostro appartamento e colpire i lati con le mani per rompere dall’altra parte il ghiaccio che ci bloccava.


Circa al suo primo anno, tracce di sangue apparivano sopra le lenzuola di M. Solo ora comprendo che i suoi continui pianti erano dovuti ai gravi problemi di pelle che furono diagnosticati più tardi.


Ho pianto per molte notti, mentre guardavo M dormire agitata, grattandosi. Le medicine di steroidi si mostrarono impotenti per lei.

Dall’età di tre anni, il sangue gocciolava continuamente dalle fessure nelle pieghe dei gomiti e delle ginocchia di M. Il sangue stillava dalle fessure intorno alle giunzioni delle dita delle mani e dei piedi. Grossi strati di pelle dura copriva le parti interne degli arti ed intorno al collo. All’improvviso mi è venuto di girare l’auto in modo inconsapevole, ed mi sono diretto verso il mio ufficio in Waikiki.


“Oh, gente dovevate venirmi a fare visita”, Mormah disse quietamente mentre noi tre entravamo nel suo ufficio. Mente spostava le carte dalla sua scrivania, pose il suo sguardo a M. “ Vuoi chiedermi qualche cosa?” disse dolcemente.


M allungò entrambe le braccia rivelando anni di dolore ed afflizione incisi su di loro, come papiri Fenici.

“OK”, rispose Mormah, e chiuse i suoi occhi.
Che cosa stava facendo Mormah la creatrice di Ho’oponopono dell’Identità del Sé? Stava facendo Ho’oponopono dell’Identità del Sé.

Un anno dopo, tredici anni di emorragie, cicatrici, dolori, afflizioni e cure se ne andarono.

Ihaleakala Hew Len – tratto da “Chi è il responsabile”

Puoi scaricare l’opuscolo “Chi è il responsabile” QUI

Da lì in avanti…

La guarigione della figlia fu lo stimolo potente che portò Stanley/Ihaleakala ad approfondire la conoscenza della kahuna e del processo Ho’oponopono.

La formazione scientifica del Dr. Hew Len remava contro tutto ciò che stava sperimentando, ma nonostante tutto egli si lasciò guidare dall’ispirazione e da allora seguì come discepolo la sua kumu, fino alla morte di lei nel 1992.

Sul suo percorso riuscì a manifestarsi ostacoli piuttosto impegnativi. Per ben due volte abbandonò il corso perchè non riusciva a lasciar andare i suoi attaccamenti alla razionalità. Tuttavia l’ispirazione fu più forte e Ihaleakala riuscì a portare a termine la sua formazione con la Kahuna.

Hew Len e Ho'oponopono

Durante il percorso del Dr. Hew Len e Ho’oponopono, egli riuscì a semplificare ulteriormente la pratica, per renderla accessibile e utilizzabile da sempre un maggior numero di persone.

Dopo la morte di Aunty Morrnah, il dottor Hew  Len, ha continuato a diffondere nel mondo l’ Ho’oponopono dell’Identità del Sè.

Il dottor Hew Len Ha sempre trasmesso il processo di Ho’oponopono come un sistema per riarmonizzare gli squilibri. Tali squilibri sono generati dalle memorie che intralciano il percorso per riconoscere e sperimentare la propria Reale Identità.

Ad Ihaleakala Hew Len il merito della sintetizzazione del mantraI love You, Thank you, Please forgive me, Sorry”. Mantra che ha ormai fatto il giro del mondo e che è diventato lo strumento più conosciuto e usato per mettere in pratica il processo di Ho’oponopono.

Hew Len e Ho’oponopono in un’ intervista di Saul Maraney

“Ho’oponopono Secrets”

Intervista con il Dr Ihaleakala Hew Len

Intervista con il Dr Ihaleakala Hew Len

Ihaleakala Hew Len e Ho’oponopono

Che cosa è un problema?

Secondo Ho’oponopono, un problema è una memoria ripetuta nella mente subconscia.

Il dottor Hew Len e Ho’oponopono sui suoi pazienti, egli si chiede:

“Cosa sta succedendo in me che mi procura questa esperienza con i miei pazienti che si manifesta in questo modo?”

Il Dr. Hew Len sa che in essenza lui stesso è perfetto, e che i malati, in essenza, sono anch’essi perfetti e si chiede:

“Qual è il problema?”

Il Dr. Hew Len ha utilizzato la seguente analogia per spiegare quale era il problema:

“Immagina la mente è come una tela, e su quella tela è dipinta una macchia; la macchia è un ricordo. La macchia è lasciata lì nel subconscio, e quando si agisce si replica un’esperienza passata”.

Quindi un problema è una memoria di un’ esperienza passata che si ripete.

Ho’oponopono è un appello alla divinità per cancellare i ricordi che si replicano manifestandosi come problemi. (…)

Il Dr. Hew Len ha continuato incessantemente a ripulire i ricordi nella sua mente sub-cosciente, ricordi che venivano a galla e manifestavano i problemi dei suoi pazienti, rappresentati dai file dei malati. Guardando dentro di sé facendo riferimento a ciò che era venuto a galla, lasciava andare ciò che era necessario lasciar andare. (…)

Sapendo che tutti i ricordi sono condivisi, il dottor Hew Len lavora su quello che sta accadendo in lui che gli fa percepire i pazienti come malati. Quando il dottor Hew Len ha chiesto alla Divinità di cancellare questi ricordi, questi sono stati purificati e i pazienti migliorano. (…)

Pulizia Ho'oponopono

Il dottor Hew Len incessantemente fa la sua pulizia su ciò che accade in lui, sulle memorie condivise con i pazienti, che sono vissute come problemi da tutti. (…)

Hew Len e Ho’oponopono e i terapeuti

Il Dr. Hew Len fa notare che un grosso problema con i terapeuti è che continuano a pensare che il loro ruolo sia quello di salvare la gente, quando in realtà, il loro ruolo è quello di purificare se stessi. Il Ihalekala Dr. Hew Len e Ho’oponopono, dice che quando guariamo i ricordi che condividiamo con le altre persone, li cancelliamo anche in quelle persone, e la gente può solo migliorare anche se non sappiamo in che direzione. (…)

Il dottor Hew Len sapeva di essere responsabile al 100% di tutto quello che accadeva nella sua vita. Lui era interessato solo a rischiarare sé stesso in modo che la sua vita fosse tranquilla, con meno stress e meno confusione. (…)

Il Dr. Hew Len e Ho’oponopono sottolinea che la cosa fondamentale è che quando c’è un problema che notiamo, noi siamo presenti di fianco al problema. Così il dottor Ihaleakala Hew Len si rivolge costantemente alla divinità facendo ammenda per quello che egli ha in comune, e che percepisce come problema, con i suoi pazienti.

Il Dr. Hew Len dice che l’unico motivo pratico che esiste è che “la pace inizia con me“, e anche se inciampa ancora molto, questo è ciò che lui fa.

Con Ho’oponopono, ci stiamo assumendo la responsabilità dei ricordi comuni che condividiamo con le altre persone.

Hew Len e Ho’oponopono è lasciare andare

La ricerca mostra che in un dato momento ci sono più di 11 milioni di bit di informazioni in corso, e noi siamo consapevoli di solo 15 bit. E questi sono i bit sulla base dei quali noi formuliamo le nostre percezioni. Ma noi non sappiamo cosa sta succedendo veramente. Così diciamo alla divinità:

“Se c’è qualcosa da lasciar andare dentro di me che percepisco le persone in un certo modo, vorrei lasciarlo andare.”

Lasciando andare, noi cambiamo la percezione del mondo dentro di noi, cosa che a sua volta causa il cambiamento nel mondo reale.

Hew Len e Ho'oponopono

Essere responsabile al 100% è una strada difficile da percorrere, perché l’intelletto è attaccato a se stesso. Ogni volta che percepiamo un problema, il nostro intelletto cerca sempre qualcuno o qualcosa da considerare responsabile. Continuiamo a guardare al di fuori di noi stessi per cercare l’origine dei nostri problemi.

Ma la fonte è sempre dentro di noi.

La Kumu (Maestra) del dott Hew Len, Mormah Nalamaku Simeona ha spiegato che:

“Siamo qui solo per portare la pace nella nostra vita, e se portiamo la pace nella nostra vita, tutto intorno a noi andrà al suo posto, troverà il proprio ritmo e la pace”

e questo è tutto ciò che fa Ho’oponopono.

Hew Len e Ho’oponopono e pulizia costante

Quando il dott Hew Len controlla le e-mail che gli giungono da ogni parte del mondo, guarda solo dentro di sé, e si chiede: “Cosa sta succedendo in me che mi fa percepire questo come un problema?” Egli si chiede: “Cosa c’è in me che devo cancellare? ” Egli fa notare che lui non sa cosa cancellare in lui, ma la divinità in lui , che lo ha creato e conosce tutto ciò che fa, lo sa. Il Dr. Hew Len ricorre abitualmente a tale fonte in lui per cancellare ciò che sta accadendo in lui che propone le esperienze come problemi.

Il Dr. Hew Len dice che Ho’oponopono ci insegna a non essere invadenti nella vita di altre persone, e a non dare loro consigli, ma quando percepiamo come problemi le esperienze delle altre persone, dobbiamo chiederci: “Che cosa sta succedendo dentro di me che mi fa vivere questo?”

Il Dr. Hew Len sa che la mente non capisce mai le cose come stanno, ma si limita a replicare sempre le stesse cose. Egli dice che la mente si basa su un modello di come funzionano le cose, ma non percepisce quello che realmente sta accadendo, perché se la mente sapesse davvero cosa sta succedendo, non avrebbe problemi, perché percepirebbe la perfezione del creato.

Le decisioni sono prese dalle memorie

Il Dr. Hew Len ha continuato dicendo che le decisioni vengono prese per noi dalle memorie, prima che siamo noi a decidere, perché ci sono milioni di ricordi inconsci nella nostra mente sub-cosciente, e questi ricordi prendeono le decisioni per noi. E poiché noi non siamo a conoscenza delle memorie, abbiamo bisogno di comunicare con la Divinità che è invece consapevole delle memorie stesse, ed è l’unica che le può cancellare.

Quindi, momento per momento, quando si pratica il processo di Ho’oponopono, stiamo cancellando i ricordi nella nostra mente subconscia dicendo al divino: “Io non so perché sto vivendo questo, ma se ho un problema comune con altre persone, vorrei fare ammenda e eliminarlo. “

E’ fondamentale rendersi conto che la persona che pratica il processo di Ho’oponopono non sta gestendo lei la guarigione, piuttosto Ho’oponopono è il processo che consente alla divinità che ha creato tutto e sa tutto, di cancellare i ricordi che viviamo come problemi.

Tutto è in ordine

Quello che stiamo facendo con la pulizia di Ho’oponopono è lasciare tutto nel suo ordine naturale e riuscire a percepirlo.

Il Dr. Hew Len dice che se siamo disposti a essere responsabili al 100%, e ad ottenere il 100% di pace in noi stessi, tutto il resto entra in perfetto allineamento con se stessi e con la divinità.

Tutti noi abbiamo storie condivise, perché siamo tutti interconnessi.

Il processo di Ho’oponopono richiede solo una persona: “La pace inizia con me, e nessun altro” (…)

L’armonia è lo stato naturale

Il Dr. Hew Len dice che ciò che tutti vogliono è essere in armonia con se stessi, e solo quando lo sono, saranno in grado di accorgersi del destino per il quale sono venuti al mondo.

Il Dr. Hew Len sottolinea che abbiamo bisogno di essere puliti, limpidi perchè la mente è perfetta. Quello che non è perfetto sono i dati e le memorie che la nostra mente ha in sé stessa e che ci fanno percepire il mondo come problematico o sbagliato, e con Ho’oponopono, è su queste memorie che stiamo lavorando. Stiamo lavorando per cancellare i ricordi condivisi.

Ogni volta che il dottor Hew Len parla alla gente, lui lavora solo sulle memorie che li accomunano, di cui probabilmente lui non è a conoscenza (ricordate, la nostra mente cosciente è consapevole di 15 bit di informazioni su 11 milioni di bit). E ci vuole una sola persona disposta ad essere responsabile al 100% per cancellare la memoria condivisa.

Ho’oponoponoè un processo…

Ho’oponopono consiste in un processo che parte dall’osservare noi stessi e applicare a noi stessi la pulizia della spazzatura che abbiamo in comune con altre persone, spazzatura che crea problemi a noi.

Il Dr. Hew Len ha detto che è grato quando le persone sono maleducate con lui, perché sa che sono le sue memorie che stanno causando la loro maleducazione, ed è un’ottima opportunità per lui di cancellare quelle memorie . (…)

Hew Len e Ho’oponopono: lasciarsi andare

Ho’oponopono prevede di lasciarsi andare e fidarsi, visto che i risultati non sono il lavoro dell’intelletto, e secondo il Dr. Hew Len, le intenzioni sono ciò che uccide la gente. Il Dr. Hew Len dice che tutte le aspettative sono solo memorie ricorrenti, e che niente nella vita accade per caso. E’ la divinità che sta orchestrando gli eventi e il nostro compito è quello di essere in pace.

Dr. Hew Len ha detto che se siamo sempre concentrati sui nostri obiettivi e su come ottenerli dovremmo essere costantemente in pulizia in modo che possiamo essere disposti a lasciarsi andare ciò che deve essere lasciato andare, fossero anche gli obiettivi stessi e permettere alla nostra vita di andare nel modo in cui deve andare.

Se siamo inflessibili e abbiamo impostato la nostra mente su un solo obiettivo ci perderemmo molte opportunità (ispirazioni) che il divino ci propone continuamente.

Essere Pace

L’unico modo che abbiamo per essere in pace è quello di entrare in sintonia con noi stessi, e così facendo, stiamo contribuendo al benessere di tutte le persone intorno a noi.

Faccio Ho’oponopono per me, perché voglio essere in pace, e perché so che finché io sono in pace con me stesso, tutti intorno a me saranno pacifici. Così ogni volta cnoto qualcosa che io percepisco come un problema, mi dico: “Che cosa sta succedendo in me che ho bisogno di lasciar andare?”

Il Dr. Hew Len insegna che sempre le persone compaiono nella nostra vita, per mostrarci qualcosa nella nostra vita. Il più delle volte non sappiamo cosa ci mostrano così abbiamo costantemente bisogno di pulire.

Il Dr. Hew Len sostiene che cercare di aiutare la gente, parlare con loro, cercare di convincerle non aiuta. Con Ho’oponopono io porto la pace in me stesso, in modo che tutti intorno a me possano essere in pace con se stessi.

Hew Len e Ho’oponopono è Amore

Il Dr Hew Len prima di mangiare qualunque cosa, dice nella sua mente rivolto al cibo: “Io ti amo … Se qualcosa di negativo deve derivare da ciò che sto mangiando non dipende dal cibo e nemmeno da me. Ma è qualcosa di cui sono disposto a essere responsabile.”

Il Dr. Hew Len ci spiega che quando c’è una memoria ripetuta, e stiamo soffrendo, facciamo cose che normalmente non faremmo, ma se siamo disposti a lavorare su quel ricordo, possiamo cancellare tutta la sofferenza.

Il Dr. Hew Len pratica Ho’oponopono durante ogni respiro che fa. Lui dice che egli è disposto a lavorare sul suo ricordo, perché se non lo fa, sarà malato, infelice, confuso e triste, e questo non è ciò che vuole essere.

Come possiamo cominciare a praticare Ho’oponopono nella nostra vita?

Dr. Hew Len ha sottolineato che la parola Aloha è una parola che ha un significato profondo: essere in presenza (Alo) del divino (ha). Egli dice che quando diciamo Aloha a qualcuno, stiamo riconoscendo che la persona è la Divinità personificata.

Egli conduce lo stile di vita Ho’oponopono, così pulisce in continuazione, riconoscendo che tutto nella sua vita è divinità personificata (Tutto è Amore). (…)

Il Dr. Hew Len ha detto che quando guardiamo fuori ci creiamo delle aspettative nella nostra vita. Ma la pulizia non ha nulla a che fare con le aspettative. Noi facciamo pulizia per salvare la vita di qualcuno o per guarire qualcuno.

Esperienza della perfezione

Noi facciamo pulizia per percepire tutto ciò che è perfetto e giusto ottenendolo e sperimentandolo pacificamente. La pulizia viene fatta per riconoscere che le circostanze sono perfette e giuste per noi. Ma non sappiamo dove intervenire per recuperare la giusta percezione. Solo il divino lo sa. La pulizia Ho’oponopono è profonda perché abbiamo a che fare direttamente con il divino, e il divino può fare il suo lavoro alla perfezione.

Il Dr. Hew Len ha concluso dicendo che non possiamo dire alla Divinità che risultati vogliamo ottenere dalle nostre operazioni di pulizia. La nostra responsabilità è solo di dire: “Mi dispiace perdonami”. La divinità e responsabile è di fare tutto ciò che c’è da fare.

Liberamente tradotto da  http://whatishooponopono.blogspot.it/2008/12/interview-with-dr-hew-len.html  

Ancora Ihaleakala Hew Len e Ho’oponopono

ll Dr. Hew Len ci dice:

ll Dr. Hew Len ci dice

Di Ihaleakala Hew Len

John

John guarda il testo del suo lavoro sullo schermo del computer mentre sta scrivendo dalla tastiera. Appare un messaggio che gli dice che ha appena commesso un errore. Corregge e riprende a scrivere. Nessuno si aspetta che John si metta a piangere e accusi il computer di essere la causa dell’errore.

Peter

Oggi Peter è riluttante ad andare a scuola. Questo non è da lui. Si alza come al solito e si veste. “Il pulmino arriverà presto” gli ricorda la mamma. “Devi prepararti.” Lei gli ha parlato, ma non ha capito che c’è qualcosa che non va e tanto meno cos’è. La sua reazione è tipica dei genitori in queste situazioni. Nessuno pensa di cercare ciò che non va dentro di sé e trovare lì la fonte del problema e la sua soluzione.

Bill

Bill, 40 anni, ha un forte mal di schiena cronico. Lui è un paziente volontario in un programma di formazione per terapeuti. “Da quando hai mal di schiena?” Chiede un terapeuta. “Come è iniziato” chiede un altro. “Sei stato sotto sforzo recentemente?” si informa un altro ancora. Poi, in mezzo a questo diluvio, una domanda inaspettata: “Che cosa succede nella tua interiorità che si manifesta come dolore nella parte bassa della schiena, Bill?”, “Chi è questo uomo saggio?” chiede sospettoso il volontario.

Responsabilità al 100%

La responsabilità totale, come il denaro che cresce sugli alberi, non esiste. Non la troviamo sulla superficie terrestre o nelle relazioni sociali, o all’interno delle famiglie o al lavoro o nelle imprese commerciali, né nei governi regionali o nazionali, non la troviamo nelle comunità religiose e ancor meno negli ambulatori terapeutici.

Purtroppo, i problemi, le malattie e addirittura la morte dipendono da questa irresponsabilità. Eppure c’è una via d’uscita ai problemi e alle malattie, ed è una soluzione a portata di tutti, si basa sull’assunzione del 100% di responsabilità riguardo alla creazione della propria vita in ogni momento, da parte dell’individuo.

Hew Len e Ho’oponopono Hawaiano

Nell’arte di guarigione hawaiana di Ho’oponopono, l’individuo chiede all’Amore di regolarizzare gli errori presenti in se stesso. “Mi dispiace,  perdonami per quello che dentro di me che si manifesta come un problema” con Responsabilità. L’intervento dell’Amore trasmuta quindi l’errore che si percepisce come un problema. L’Amore cancella e corregge l’errore, come nell’esempio di John con il suo computer, ma nella banca dati informatica della mente.

La mamma di Peter avrebbe dovuto chiedere all’Amore di cancellare nei suoi pensieri, l’errore che si manifestava come un problema per suo figlio. Nel loro lavoro, i terapeuti possono chiedere all’Amore di cancellare i propri errori mentali che si manifestano come problemi nei loro pazienti.

Responsabilità e Amore

Quando la piena responsabilità e l’Amore si sposano i problemi sono risolti, la salute è restaurata e la vita è rinnovata. Questo è liricamente evocato da Shakespeare nel sonetto 146:

“compera eternità divine vendendo ore di fango, pasciti del tuo spirito, senza più sfarzo esterno, così ti nutrirai di Morte che di uomini si nutre e con Morte morta, si estinguerà il morire.”

Impariamo il vero Amore e il vero senso del perdono attraverso l’antica pratica hawaiana di Ho’oponopono.

Traduzione in italiano a cura di Giovanna Garbuio

Nota il disagio e pulisci!

Quando pratichi Ho’oponopono, ciò che accade è che il Divino prende il pensiero doloroso e lo neutralizza e lo purifica. Non purifica la persona, il luogo o la cosa o il “problema”. Neutralizza l’energia che tu hai associata a quella persona, quel luogo o quella cosa. Quindi il primo stadio è la purificazione di quell’energia.

Non solo rende l’energia neutralizzata ma anche rilasciata, quindi c’è una piattaforma completamente nuova (Zero). I buddisti lo chiamano il Vuoto.

Il passo successivo è quando consenti alla Divinità o Infinito di riempire il vuoto di Luce. Per fare Ho’oponopono, non devi sapere cosa ha provocato il problema o l’errore.

Tutto ciò che devi fare è notare il disagio che stai vivendo fisicamente, mentalmente o emotivamente. Una volta che te ne rendi conto, la tua responsabilità è di iniziare immediatamente la pulizia di Ho’oponopono dicendo: Scusa Grazie Ti Amo

Dr. Ihaleakala Hew Len

Oggi il Dr. Ihaleakala Hew Len si è definitivamente ritirato a vita privata. Gli siamo profondamente grati per tutto il lavoro svolto e per aver preso parte in maniera così proficua alla diffusione di Ho’oponopono nel mondo e contribuito a farlo arrivare fino a noi!

Mahalo Nui Loa Kumu!

Salva

Post Correlati

% Commenti (2)

grazie ,grazie grazie,
Questa intervista e’ un arricchimento importantissimo a chi , come me e’ solo agli inizii , sto leggendo tantissimo tue libri, di mabel , di silvia mussini, e vitale, e infine la stefania montagna ma questa lettura superi tutti….

grazie,grazie,grazie emilia…..

Mi dispiace, ti prego perdonami, grazie, ti amo.
Grazie,grazie, grazie
Che un giorno possa avere la gioia di incontrare il maestro…
Aloha…

Leave a comment